E’ vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e secondo ogni modalità, dei contenuti di questo blog, senza l’autorizzazione preventiva dell’autore.
Tutte le interviste, gli articoli, e le pubblicazioni artistiche realizzate da Gisela Scerman sono protette dal diritto esclusivo d’autore, e il loro utilizzo è consentito solo citando la fonte e l'autore e/o chiedendo il permesso preventivo dello stesso.

Creative Commons License



News e appuntamenti


x




IN LIBRERIA

26 gennaio 2009

Rassicurazioni



E' bello sapere che c'è sempre chi si preoccupa della tua vita

Poco più di un annetto fa, era uscito l'ultimo mio libro e vabbè si sa, appena esce una cosa c'è a chi piace e a chi no piace, scrissi un post sul perbenismo (falso) che si titola "I paladini della morale", qualche giorno fa mi arriva ancora un commento, di un qualche rancoroso o rancorosa, non si sa mai perché le critiche son quasi sempre anonime, i complimenti invece presentano spesso tanto di cappello nome e cognome ed eventuale invito - cmq questa diceva che diceva

"è passato più di un anno. Sei riuscita a fare i soldi facilmente? Ci credo! Di certo non con i libri. :D"

beh io dico, una persona che gli stai sul cazzo e per di più di una anno di prende la briga di seguire il blog, deve essere a suo modo parecchio affezionata agli avvenimenti che ti riguardano...

Però devo dire non ha tutti i torti. Anzi non solo non ho fatto i soldi con i libri, ma non ho fatto i soldi con niente !

Quindi avviso i parenti e gli amici lontani che quando uscirà il nuovo libro, non è necessario mi scrivano mail con la scusa che son orgogliosi cercando di scroccare o mi cerchino pensando che appunto ho fatto i soldi. Specifico alla larga soprattutto i parenti.

Per rendere l'idea all'ultimo un pranzo con gli editori (che erano due quel giorno) - alla fine del pranzo dicono,

- " cavoli abbiamo solo moneta. Non si può lasciare un mancia di sola moneta".
Allora poi io orgogliosa ho detto:

"io ho una banconota da 5euri" infatti erano gli unici 5 euri che portavo in tasca da Modena

-"ah benissimo han detto".

E io poi son rimasta pure io con solo moneta, solo che anche il bancomat era senza carta. come dire. Una bancomat fasullo.

Comunque ero felice lo stesso. Il treno era poi spesato e son riuscita a tornare a casa.

17 commenti:

Lindalov ha detto...

o é uno stronzo/a, o uno/a che ti conosce bene :-)

Pietro ha detto...

Insomma, si spera che questi sacrifici siano "ripagati" per davvero :-)

Guru Grace ha detto...

che Tata! l'idea che sei riuscita a tornare a casa mi solleva..tu fai un pò come me quando tra amiche c'è da pagare il coffee, tutte pronte col portafoglio e poi alla fine pago sempre io.

Invece in risposta col blog all'anonimo/a di turno che pensa di fare e dire la sapientinata del secolo,e aggiungo che quella gente lì in generale sono quelli nn dotati di scienza e cervello, dico forte e chiaro qui nel mio commento:
MA PERCHè AL POSTO DI ROMPERE I COGLIONI ALLA GISY, NON TI COMPRI IL SUO PROSSIMO LIBRO, COSì MAGARI A FINE CAPITOLI CI FAI UNA RIFLESSIONE, DI QUANTA FATICA COSTA METTERE IDEE, PAROLE E PROPRIO E ANCHE TROVARE QUALCUNO CHE TI PUBBLICHI???
INVECE DI PREOCCUPARTI SE SI FATTA O NO I SOLDI, TANTO SONO TUTTI CAVOLACCI SEMPRE DELLA GISY (ANCHE PERCHè LE TASSE E MANTENIMENTO NN GLIELO PASSI TU!).

Cara se decidi di prenderti il caffè in quel di Modena, prima o poi dimmelo, io nn sono nè parente, nè amica, ma in ogni caso a prescidendere dalle vendite o no dei tuoi libri te lo offro volentieri, baci Grace.

Gianluca ha detto...

Non si può lasciare una mancia di sola moneta?! Io non lascio nemmeno quella! ma ch'è, stiamo in USA che la mancia è quasi obbligatoria?! Fatemi guadagnare di più, poi FORSE lascio la mancia! ^^ Ah, per quel commento, che altro aggiungere? invidia + malcelato moralismo + ossessione! Anche se quei soldi li avessi fatti, e li avessi fatti via sesso, sarebbero fatti tuoi!

Anonimo ha detto...

Doveva essere proprio un locale da "Gran Signùr" per necessitare di una mancia cartacea...
Consolati, se il portafoglio è vuoto hai tutte le carte in regole per essere un'artista :))
LUCA

Andrea Venanzoni ha detto...

Ma come ha fatto a stabilire l'eventuale successo economico ? Ha studiato per un anno la tua dichiarazione dei redditi ? Tanta dedizione andrebbe quasi elogiata ^^

Anonimo ha detto...

il commento dell'anonimo/a, a distanza di oltre un anno, si, forse l'ha fatto di proposito per farti incavolare. Probabilmente ti conosce personalmente, e non avendo il coraggio di farlo di persona, usa il blog.
Invidia o rancore per qualche fatto personale.

L'episodio della mancia al ristorante, è significativo, e una bella risposta quell'anonimo/a.

paolo
barbar

Anonimo ha detto...

Tra le mille, la qualità che più mi ha affascinato di te è stato sempre il tuo esser reale...di quella verità che si apprende solo con il sacrificio, la sofferenza e la coerenza al proprio progetto di vita.

Dalle tue pagine, si esce travolti da vortici di emozioni....e se questa non è arte, allora ditemi voi dove cercarla!

Ma non credere che dietro la miopia intellettuale ...in realtà non si nasconda quella corrosiva invidia di chi vola basso e non può prender quota.

....lo stolto guarda sempre il dito!!

A presto.

^^*^^

Vale ha detto...

un commento avventato a bruciapelo?

le persone che nutrono invidia verso qualcuno sono disposte a spendere un sacco di energie per vedere quel qualcuno 'fallire'...

questa persona avrà una vita senza senso e niente di meglio da fare che leggere il tuo blog e lasciare commenti acidi...

BC. Bruno Carioli ha detto...

Forse avevano anche loro una Social Card ? ...vuota naturalmente.

Anonimo ha detto...

Che tristezza la faccenda della Social Card...
Triste anche chi si cela dietro l'anonimato per offendere la gente... E poi fare i soldi con la letteratura non è semplice ma neanche un obbligo. Quello che conta è la coerenza e riuscire a vivere dignitosamente.
LUCA

Gisy ha detto...

Intanto grazie del sostegno, ma visto che l'anonimo non ha ribattuto, magari guarda davvero il blog solo una volta ogni anno e mezzo andando di tanto in tanto in libreria a vedere se le mie copie le han finalmente mandate al macero, e che non ne escano di nuove...

:)

Può essere anche che mi conosca, non bene spero...
ma se mi conoscesse almeno benino certe cose non le direbbe, insomma non avrebbe senso.

Ma poi credo sia importante non prendere mai troppo sul serio nè le critiche sfacciate nè i complimenti sfacciati.

Ala fine, come qualcuno ha scritto vivere dignitosamente è ciò che conta, ma è un fatto interiore quello.
Chi si ferma a questi appunti, probabilmente non ha altro che i fatti esteriori su cui basarsi...i fatti degli altri, perché di propri si vede che ne ha davvero poco a cui badare, quindi ha parecchio tempo a disposizione per poter dire cose su ciò che non ama particolarmente o chissà.

Per gli editori, ma no ! erano in buona fede, il pranzo come le cene le offrono loro, solo che probabilmente chi ha molta fiducia nei propri conti correnti, ne ha anche in per quella degli altri...
Per quando uno dica che non è messo proprio bene, insomma non ci credono fino in fondo, il pensiero è che in qualche modo farà...

quei 5 euri quel giorno era davvero tutto ciò che avrei avuto fino il giorno dopo.

ma poi in qualche modo si fa...

ps. se avessi molti soldi cmq le mance le lascerei anch'io. di moneta però.

:)

Anonimo ha detto...

"Chi ha molta fiducia nei propri conti correnti, ne ha anche in quelli degli altri" Quanto è vero! L'ho provato anche sulla mia pelle, purtroppo...
Spero che le canzoni di Maolucci ti siano piaciute, dovrebbero dare la carica, tutta energia positiva... :)
LUCA

Anonimo ha detto...

Gisy,
ti ricordi "Ho le tasche sfondate", il provino di Piero mai edito?...
Ecco, canticchiatelo ogni tanto, e vai dritta sulla tua strada.
Sempre.

Ciao Mia cara!

gerardo

Anonimo ha detto...

p.s. La "M" di "Mia" è maiuscola non per un senso di privata proprietà, eh, lo sai!!!
E' che doveva essere maiuscola anche la "C" di Cara!!!...Ma la tastiera e le mie dita son quelle che sono...

Ariciao!!!

gerardo

Gisy ha detto...

:) Tranquillo !

Ho le tasche sfondate è stupendo, uno dei mie brani inediti preferiti...

"ho le tasche sfondate, per me i soldi sono cose senza seno, ma se non ci sono finisce il finimondo" o qualcosa di simile...

Anonimo ha detto...

Beh, anche tu Gisy, con le dita sulla tastiera non sei mica messa male....
Se i soldi son cose senza "seno"...!!!
:-)
Per questo li rifiuto, i soldi!!!!

Giusto per i "non Ciampiani", la traduzione è "per me i soldi son cose senza senso".

Però Gisy, "senza seno" mi piaceva di più!!
;-)

Ciao!!

gerardo