E’ vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e secondo ogni modalità, dei contenuti di questo blog, senza l’autorizzazione preventiva dell’autore.
Tutte le interviste, gli articoli, e le pubblicazioni artistiche realizzate da Gisela Scerman sono protette dal diritto esclusivo d’autore, e il loro utilizzo è consentito solo citando la fonte e l'autore e/o chiedendo il permesso preventivo dello stesso.

Creative Commons License



News e appuntamenti


x




IN LIBRERIA

04 maggio 2007

I paladini della morale


Allora con i paladini della morale...
Non è sempre facile svignarsela con una battuta tra persone che si prendono così sul serio, persone che fanno i così bravi genitori, che riescono a tenere sotto controllo i loro figli in ogni occasione e a tutte le età, che le loro figlie o i loro figli mai farebbero chissà ché, sono gente per bene del resto si sa, mica sono cattivi esempi.

Loro si devono scandalizzano quando si parla di numerologia dell'amore, che poi voglio dire che cosa ci sarà ormai di scandaloso?
Fare orge è scandaloso?
Andare con uno del tuo stesso sesso è scandaloso?
Vestirsi in latex è scandaloso?
Calpestare chi vuol farsi calpestare è scandaloso?
Adorare i piedi è scandaloso?
Boh non so, io non lo trovo né trasgressivo né scandaloso, se uno c'ha voglia di farle ste cose nel rispetto degli altri che cosa c'è di male?
Poi si può fare come non fare, non c'è nessuna regola che impone queste cose il ché sarebbe grave, ma è grave anche che esista una morale che dica che è detteriore e anzi di cattiva presenza.
No ho mica capito, c'è gente che ammazza, che stupra, i politici che ne fanno di ogni- poi è scandaloso fare un'orgia, andare con una donna, leccare i piedi...
Ma tutto sto perbenismo, che 2 coglioni. Sì è pure abbassata l'età media di chi fa sesso..e allora? Tuteliamoli? Ma da ché? Dal piacere?
A me tutto sto perbenismo e sto bonismo mi fa davvero girare...del resto Mr vaticano non aiuta, ma nemmeno la tv, che se da una parte tira proprio al pruriginoso, dall'altra tira proprio al bacchettismo più estremo.
E dire che son una che nemmeno scopa eccessivamente, però non si può dire nemmeno questo senza che passi da zimbello...
Se non scopi mai sei uno sfigato - se scopi sempre sei un pervertito, si è sempre un caso umano per un motivo o per l'altro, ma a loro i figli arrivano con la cicogna? E poi crescono sotto i cavoli? Ma uno può stare bene come sta? O se sta bene in un certo modo sembra rompere cmq le balle...
Ci sono delle regole che evolvono con la cultura, quindi non è che non si arriverà a provare più emozioni come è stato detto - attraversando chissà che esperienze, semplicemente ci sarà un'evoluzione del modo di provare emozioni.
Certo molti di noi sono a cavallo a un epoca che era tutta realtà e poi è subentrato il virtuale, dunque per un senso di emozione nostalgica capisco che è una nostalgia lecita, e le domande a volte son spontanee, ma mi pare di capire soprattutto una cosa, che ognuno è figlio del proprio tempo e del proprio luogo...

29 commenti:

Anonimo ha detto...

non so come hai fatto a nn rispondergli.. "spero che i miei figli ora nn guardino la tv"..i tuoi figli dovrebbero essere gia a letto alle 11 passate! Come dici te, non c'è niente di male a parlare di orgie soprattutto in seconda serata e poi è stato costanzo a tirare fuori il discorso..cmq,l'ambiente come ti è sembrato? Marty

Gisy ha detto...

Mah un pò bacchettone e falsamente bonista...
Io non mi son pronunciata più di tanto, sarebbe stata una lotta persa...
Dà così fastidio che qualcuno possa provare piacere ANCHE in modo non tradizionale....
Forse per i figli intendeva la replica mattutina...ma poi capirai, fossero questi i mali...
Del resto sì l'ha tirato fuori lui...nel libro c'è sesso, ma mica solo quello se uno volesse parlare d'altro avrebbe potuto farlo benissimo...ma forse fa meno trend...quindi...

violazione ha detto...

ciao gisy
mi permetti, questa notte, di fottermene degli inutili idioti, che cercano solo un po' di audience facendo leva su falsi buonismi e morali deviate, le loro, nel senso che pensano ad imporre il loro demente pensiero unico, ma che se gliela fai vedere sono pronti a smentirsi in meno di tre secondi...

mi permetti di fottermene e lasciarti in dono solo e soltanto un carnal pensiero?

lo faccio lo stesso e se non mi perdonerai, brucierò ugualmente all'inferno per "l'impuro ardor"...

"gisy, hai un gran bello stacco di coscia"

avrebbero detto un tempo...

semplicemente, avrei con piacere fatto scivolar la mia mano sotto il vestito nero che disegnava il tuo corpo di linee e forme provocanti per come il mio cervello desidera una donna...
che di quella carne veste il suo già seducente cervello!

ogni tanto mi va di metter da parte il secolo I dell'intellettualesimo del mio pessimo cervello!

stanotte va così
carezze dove tu sai...

dolce_risveglio!

Eliselle ha detto...

"c'è gente che ammazza, che stupra, i politici che ne fanno di ogni- poi è scandaloso fare un'orgia, andare con una donna, leccare i piedi..."

ineccepibile argomentazione, in effetti, non prendertela, non ne vale la pena (io non l'ho guardata, la puntata, perché già sapevo dove si sarebbe andati a parare: e no, non sono una veggente, ma ho spento la TV da quel pezzo perché mi ha stancato proprio per queste cose)

"Se non scopi mai sei uno sfigato - se scopi sempre sei un pervertito, si è sempre un caso umano per un motivo o per l'altro"

ma ovvio, è perché non va mai bene niente! la ricordi la favola dell'omino e dell'asino, che si spostava con la sua famiglia, no? beh, se non la conosci, te la riporto qua sotto, e buona lettura!


Una famiglia e un asino

C'era una volta una coppia con un figlio di 12 anni e un asino.
Decisero di viaggiare, di lavorare e di conoscere il mondo.
Così partirono tutti e tre con il loro asino.

Arrivati nel primo paese, la gente commentava:
"guardate quel ragazzo quanto è maleducato...
lui sull'asino e i poveri genitori, già anziani, che lo tirano"

Allora la moglie disse a suo marito:
"non permettiamo che la gente parli male di nostro figlio."
Il marito lo fece scendere e salì sull'asino.

Arrivati al secondo paese, la gente mormorava: "guardate che svergognato quel tipo...
lascia che il ragazzo e la povera moglie tirino l'asino, mentre lui vi sta comodamente in groppa."

Allora, presero la decisione di far salire la moglie, mentre padre e figlio tenevano le redini per tirare l'asino.

Arrivati al terzo paese, la gente commentava:
"pover'uomo! dopo aver lavorato tutto il giorno, lascia che la moglie salga sull'asino...
e povero figlio, chissà cosa gli spetta, con una madre del genere!"

Allora si misero d'accordo e decisero di sedersi tutti e tre sull'asino per cominciare nuovamente il pellegrinaggio.

Arrivati al paese successivo, ascoltarono cosa diceva la gente del paese:
"sono delle bestie, più bestie dell'asino che li porta. Gli spaccheranno la schiena!"

Alla fine, decisero di scendere tutti e camminare insieme all'asino.

Ma, passando per il paese seguente, non potevano credere a ciò che le voci dicevano ridendo:
"guarda quei tre idioti; camminano, anche se hanno un asino che potrebbe portarli!"

Conclusione: ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei.

Gisy ha detto...

@ Violazione - Ah sì I perbenisti...sta pur sicuro che loro I conteggi non li fanno, ma poi le dita non gli bastano nelle tasche (come ho già scritto), l'unico dito che conta e quello in mezzo alle due mani nelle tasche...he he

Ma rilassatevi ! E che vada bene lo stacco di coscia con un pò di sana carne. Loro si fanno le seghe con la gruviera..? O forse no caspita - hanno bisogno pure loro di una donna da infilzare ahimè - se no diventano ciechi,...che sforzo! Contornato però dalla famiglia, infin dei conti il matrimonio ounlegame uffiale a cosa serve se non a dichiarar pubblicamente con chi te la fai..?
Che il bacio arrivi dunque.

@ Ely - Ti ringrazio tantissimo per la storia, non la conoscevo, veramente esemplare...

"Ed è così che va il mondo"...

Come tu dici, non ci vuole un veggente per sapere come andrà...ormai è tutto così tristemente prevedibile pure lo scandalo...

Un bacio davvero...

GoGo ha detto...

ancora una volta mi viene da dire benvenuta in italia...
l'ipocrisia impera e sarà così sempre.

Gisy ha detto...

Ah sì...l'Italia non fa troppo bene
Volevo far presente che lo stesso post l'ho meso anche sul profilo di myspace e mi è stto commentato nel seguente modo

"Ma che cazzo centra la moralità....leccare i piedi di una persona è solo una cosa che fa schifo, senza se senza ma!......Se si va avanti con sto relativismo va a finire che pure mangiarsi la merda diventerà un cosa normale".

Ed io naturalmente ho risp

"Forse fa schifo a te, come a moltissime altre persone, ma questo non significa nulla. A qualcuno può piacere, anche mangiar merda, e se diventasse una cosa normale mangiar merda? Allora?
Se fosse normale per chi lo fa - cosa lo vieta? Nessuno deve costringere nessuno ad una propria passione, ma se c'è della "sintonia "...allora dov'è il male?"

L'idea che una cosa faccia schifo ad una persona non è rappresentativo di tutta l'umanità, come il fatto che piaccia...certo che è dura da far capire eh

Anonimo ha detto...

solo una considerazione ontologica:
ho scoperto che il tuo culo mi piace pure il lunedi

--ferry

Silverio ha detto...

Ma una sbirciatina a Nietzsche non la danno questi zombie???!!!



Non esistono fenomeni morali,ma solo un'interpretazione morale dei fenomeni.

Anonimo ha detto...

ma chi è Nietzsche?? Il Verbo? il Vangelo?

Gisy ha detto...

Non c'è Nietzche da capire?!

Eh beh, la morale non dipende forse dalla cultura?

silverio ha detto...

Il Verbo?Nietzsche e' proprio l'oltrepassamento del Verbo.
Non offendiamo.Grazie

Anonimo ha detto...

Il problema è che, atei, agnostici o che altro, avete bisogno del Vero, dell'Assoluto, e per di più dato da un solo nome. Come i cattolici, dunque.
Anch'io conosco molto bene Nietzche, ma non ne ho fatto il mio dio, mi serve come altri, ma non mi detta legge. Questo volevo dire.

Gisy ha detto...

Nessuno ha l'assoluto, questo mi pare chiaro; di certo c'è chi ha tesi più convincenti di altri. Però ci sono anche tesi convincenti contrapposte ad altre tesi convincenti.

Silverio ha detto...

Non credo che nietzsche possa essere scambiato come portatore del Vero e dell'Assoluto perche' l'uso dell'aforisma (Deleuze,"Pensiero nomade")fa si che questo problema non si ponga assolutamente.Deleuze lo spiega molto bene.

Pero' lo confesso.Ho bisogno del vero.E se la verita' e' una puttana,mi daro' alle puttane.Tanto illusione per illusione.. .indossiamo tutte le maschere, no?



Ho solo detto "sbirciatina"...

Gisy ha detto...

Fino qualche anno fa adoravo Deleuze, mi sembrava davvero una spanna superiore. Poi però mi son chiesta se il fatto di fare del proprio linguaggio un linguaggio sia giusto, poi ancora son stata colta dal pensiero che pure Deleuze vendesse aria fritta con Guattari e Deriddà uguale.
Ora faccio fatica valutarlo, per quanto ne riconosca lo strepitoso uso della parola, ma quanto ci gioca, quanto ci gira? E' davvero impossibile spiegare certi concetti in maniera più immediata? o non avrebbero lo stesso impatto? Io lo preferisco quando parla di altri. cioè i saggi di Deleuze su altri che non quello che spiega.
Forse che mi pareva intrigante e interessante pproprio per l'uso concetto-lingua, pertò poi alla fine, beh alla fine non poteva spiegare questi concetti in altro modo?
E' come se facesse del significato un'arte.
Dell'illusione ne abbiamo tutti bisogno, visto che viviamo un sogno almeno facciamoci illusioni buone.

ciampipiero ha detto...

essendo l'arte non un contenitore di significati ma di significanti, e,come hai detto te,facendo Deleuze del significato un'arte toglie di mezzo il significato per essere in balia dei significanti.Fare del signicato un'arte vuol dire prima di tutto non parlare piu' in termini di significati.
Pero' dirai te,fin quando si parla di arte va pure bene essere in balia dei significanti ,ma quando si parla di LIBRI si pensa sempre a cosa dice un libro e io sinceramente non ti saprei dire esattamente IL SIGNIFICATO della logica del senso.e meno male!affranchiamoci dal potere (statale) del significato.

Gisy ha detto...

Appunto, allora gustiamoci la bellezza, sia pure quella del linguaggio, ma non sforziamoci troppo...
Credo che a molti nonsia chiaro, del resto io per prima mi sono ostinata per del tempo a voler capire.

mygrv@yahoo.co.uk ha detto...

allora... ho letto il tuo cazzo di post attraverso il giornale gratuito per city.

Innanzitutto. Banale come pubblicità.

Non comprerò di certo il tuo libro perchè un qualche giornalista che scrive inserti sporadici, segnala una blogger, guardacaso modella, che scrive il suo primo romanzo dal titolo che è tutto un programma, la storia di un'altra modella che non ha pudore del corpo perchè non pudore della mente (ma guarda un pò).

E chi sarebbe costei? TU?
Quando leggo "i paladini della morale" tutto si fà più chiaro.

E mi chiedo: sei madre? Perchè se non lo sei che cazzo straparli?

Da come scrivi ritengo che tu non abbia figli, perchè se tu li avessi eviteresti di scrivere cazzate allucinanti sull'età media di chi fa sesso.

Sopratutto in questi giorni, conmiderando ciò che forse è successo in quell'asilo famoso di cui tutti parlano.

O considerando quell'orda di maniaci che divaga in rete disposto a pagare per comprare video e foto di ragazzini stuprati. basta che navighi un pò in internet, senza essere così selettivi per accorgersi che è piuttosto semplice arrivare in luoghi dove tutto è possibile, proprio come vorresti tu. Perchè non vi vai? Accomodati.

E poi, già che ci sono, posso raccontarti di oggi, quando ho preso il suddetto giornale alla metro di milano, ore 7:55 fermata Duomo.

Ressa come al solito, i bimbi dagli 8 ai 14 anni prendono la metro per andare a scuola, da soli po con gli amichetti e compagni.

Ad un certo punto scorgo una figa pazzesca. Penso di non aver mai visto una ragazza così bella.

Vestita come se dovesse andare in discoteca, microgonna, cosce da paura, bionda capelli lisci. Pazzesco.

Si gira verso di me. Supertruccata. E mi accorgo che avrà... 11 anni... forse 12 anni.

Io ho 27 anni. Non ho figli. Non sono fidanzato, sono laureato in design.

Non credo assolutamente di essere un bacchettone , tutt'altro. E i tempi cambiano. SI, HAI RAGIONE TU.

FACCIAMO SESSO a otto anni.

Vediamo che cosa ne pensi fra un pò, quando la natura chiama, e gli ormoni ti suggeriranno che non hai tempo da perdere.

E' una questione di scelta. magari non ti andrà, e continuerai a pensarla così come hai scritto.

O magari, col tempo, provi ad usare il cervello invece che fare la finta "antimoralista".

Ricorda: i paladini della morale DEVONO esserci, perchè comunque vada tutti se ne fregano della morale, della civiltà, del sesso sicuro, dei valori della famiglia... e chissà quanti altri concetti.

Tutti se ne fregano, nessuno escluso. Mr Vaticano compreso.

Leggi, informati, prima di scrivere cazzate. Il papa oggi termina la visita in brasile dicendo che bisogna battere la fame..... LORO POTREBBERO FARLO, MA CI TENGONO A FARE IN MODO CHE LE COSE RESTINO COME STANNO!

i PALADINI DELLA MORALE sono un supporto di facciata ad una identità umana malata, costretta da i media a comprare comprare e comprare ancora.

Se tu fossi una persona che osserva davvero lo avresti capito.

Gisy ha detto...

Io parlo di sessualitrà nelle sue forme NEL RISPETTO RECIPROCO. Questo rimanme un punto FERMO fondamentale. Di sicuro non sono per la liberà di stupro di pedofilia o quelle cose lì anti-umane, non di abusi, ma scherziamo?
Non affermare cose che non ho dettoe che non penso assolutamente.
la socità cambia e l'evoluzione emotiva accompagnata da quella menrale, di conseguenza degli atteggiamenti Umani compresi il sesso è naturale che avvenga è sempre avvenuta nel tempo, un bene un male, lo sapremo ai post.
il sesso ha a che fare strettamente con l'ideantità, e quindi è facile che con il fatto che le famiglie non esistano più i ragazzia nceh di età piuù giovane vogliano sentirsi un'identità indepensente, più di un tempo...

NATURALMENTE la pubblicità poi non l'ho scelta io, semmai parlane con il mio editore (e tra l'altro io non sono unca Blogger o come si dice, scrivo il blog, ma non me ne fotte di scrivere i mnie blog in un libro, o fare di unb libro un blog)
punto primo non è il QUESTO NON è il mio primo libro, ne o scritto uno su Piero Ciampi (pubblicato) 2 anni fa un cantautore deglianni '60 '70 he ho amato profondamente.
Guarda caso quel libro non ha fatto il casino di questo.
Ah allora con chi bisogna prendersela?

Con chi scrive?
con chi pubblica?
con chi legge?
eh?

Io nn sono ne morale ne immorale, ne anti-morale, credo nel rispetto RECIPROCO e nella libertà di scelta che implica anche la libertà oltre che del fare anche del non fare.
Forse è meglio che guardi tu in profondità.
la cronaca fa schiofo, perché l'umanità fa schifo fondamentalmente.
Gli esseri umani di base non sono buoni e bravi, e credo che sia solo con la consapevolezza della propria cattiveria (come diceva un mio amico) che si puà arrivare a dominare una decenza.
Il mio libro parla di sesso ma non slo di sessoa nche della morte e della nostalgia, è la maggioranza che vuole soffermarsi su quello. Perché è quello che vuole vedere e sentirsi dire.

pensaci.

miviendaridere ha detto...

allora forse è meglio che dici altre cose quando vai alle trasmissioni trash!
e forse non era così opportuno e qualificante mettere la pubblicità e l'anteprima del libro in un sito di bondage...

Anonimo ha detto...

Per mygrv:
evidentemente tu e Gisy intendete due cose diverse con l'espressone "paladini della morale".
Conoscendola, so che lei la usa per indicare chi, in modo ipocrita e interessato, si presenta come "puro", come colui che segue la "Verità" e agisce sempre e comunque per il bene dell' "Umanità", che educa e tira su figli "moralmente sani".
E non bisogna certo essere né madri né padri per avere a noia un tale tipo di paladino. A parte il fatto che i paladini sono un po' fuori di moda, oggi come oggi.
Se poi tu conoscessi anche in minima parte la vita estremamente drammatica di Gisy (non esagero affatto), andresti un po' più piano con gli insulti. A proposito, cari lettori, che ne direste di firmarvi con nome e cognome anche quando insultate?
E poi mi piacerebbe che qualcuno dicesse qualcosa anche sulle qualità stilistiche di questo libro, che per me sono l'aspetto più importante.
Saluti a tutti

Gianfranco Mammi

Gisy ha detto...

Spiega il perché non opportuno e non qualificante, scusa non ci arrivo.
Cmq la scelta di linkarmi non è mia, ma da chi gestisce i siti.
Mica ho il monopolio di internet

Anonimo ha detto...

chieditelo e cmq non credo che tu abbia fatto nulla per impedirlo.
Però non hai risposto sulle trasmissioni...

Gisy ha detto...

Ma cosa vuol dire? E perché impedirlo poi?
Sei polemico/a senza causa.
Il fatto che io non creda nella trasgressione, non vuol dire che sia contro la trasgresione, ma ti rendi conto di quello che dici?
Uno è libero di praticare quello chepiù gli piace nel rispetto reciproco, ci mancherebbe.
le trasmissioni, finché non si fanno non si hanno totalmente sotto controllo, e comunque non vedo perché non debba espormi, io mica mi falso, le foto bondage le faccio, ho scritto anche di fetish di sesso di erotismo.
Quindi tutto questo c'è nel libro, c'è stato nella mia vita.
Dov'è il problema?
Perché mi dovrebbe dare fastidio? A me non dà fastidio.
IO non mi chiedo nulla, spiegamelo te, visto che sei così ostinato a vederci l'inopportuno.

Anonimo ha detto...

ti ripeto, sei banale. Oltretutto sei arrivata in ritardo. Hai perso il treno per fare sacchi e successo con un libro stile melissa p.

Il clichè del sesso e della ragazza che si confessa apertamente .... sai cos'è sta roba? Solo spazzatura.

Auguri comunque.


Ciao

Gisy ha detto...

Comunuque ci sarebbe anche un mio libro precedente a dire il vero (che immagino tu non conosca), ma chissà perché di quello non si parla (quasi mai). Su un cantautore che proprio di moda non è, non lo è mai stato.
Con i libri non si fanno soldi. Saprei farne in altro modo molto più facilmente volendo.
Sei tu l'ipocrita che crede che il sesso renda deteriore la letterarura. Ed io non ho cmq la pretesa di fare letteratura.

Anonimo ha detto...

è passato più di un anno.
Sei riuscita a fare i soldi facilmente? Ci credo! Di certo non con i libri. :D

Gisy ha detto...

Lo sai per certo?

Complimenti...per occuparti così tanto della mia vita!

Tra due mese uscirà un altro mio libro per il quale non preso un cazzo infatti.