E’ vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e secondo ogni modalità, dei contenuti di questo blog, senza l’autorizzazione preventiva dell’autore.
Tutte le interviste, gli articoli, e le pubblicazioni artistiche realizzate da Gisela Scerman sono protette dal diritto esclusivo d’autore, e il loro utilizzo è consentito solo citando la fonte e l'autore e/o chiedendo il permesso preventivo dello stesso.

Creative Commons License



News e appuntamenti


x




IN LIBRERIA

11 maggio 2008

Qualcosa sul femmnile da Carmelo Bene


Io, non c'è un niente da fare, mi rendo conto che son la prima ad avere degli stereotipi piantati nella testa che la donna bella, e bella quando è giovane e bella, poi può diventare anche affascinante - cioè poi "può essere anche bella" anche per altre cose, ma per altre cose.
A proposito di femminile rileggevo Carmelo Bene, il libro a cura di Giancarlo Dotto. Lascio a voi.

Domanda di Giancarlo Dotto

Lydia (Mancinelli) invecchiava e le donne che invecchiano sono per te uno spettacolo insostenibile

C.B. -
Non è questo. Lydia invecchiava bene, Forse l'ultimo anno un po' cominciava a risentirne. Dopo i quaranta, la donna attraversa una fase delicata. Non era facile chiudere così dopo anni ininterrotti, senza mai una piega. Dove anche le risse erano unione. E poi, cinicamente parlando, il fatto che si sia tolta allora, non convenne tanto a lei. Col fiscalista facemmo i conti residui della società, passai tutto, quel poco a Lydia e ricominciai da capo. Non era la prima volta, Continuavo impunito, lei cominciava a non tollerare più questi letti affollati con ragazze che sembravano bambine ma erano un'iradiddio...Lydia era Pentensilea, un'amazzone, invulnerabile, radiosa. L'età cominciò a fiaccarla e io...dovevo passare ad altro. (...)


8 commenti:

Anonimo ha detto...

uno dei miei testi preferiti...che potenza, che irruenza e che umanità...ricordo l'episodio del GATTO, mi fece piangere...beh comunque tornando a noi, parlai anni fa con SERGIO COLOMBA che conosceva Bene abbastanza e ti assicuro che quello che mi disse fu splendido, alla luce di tutto quello che ancora si mormorava circa la sua posizione ANTI-UMANA che aveva lasciato al tubo-catodico. Tutt'altro, Bene apparteneva a quella cerchia di uomini "mai esistiti eppure nati" per dirla con "Pierre Klossowsky" che possedevano un eleganza sovrannaturale, un umanità schietta e meravigliosamente poetica...diceva Colomba che era un ottimo ascoltatore e che se avevi qualcosa da dirgli lui era come se ti guardasse diritto nel cuore, per cercare di conoscere dal di fuori ciò che egli era per te, detestava i complimenti perchè li riteneva il compimento di un ottima seduzione, quindi condizionati da un frutto già bello che appassito...il suo rapporto con le donne è sempre stato ambiguo in quanto lui ambiva ad una donna SANTA-MADRE-PORCA-MOGLIE, molto vicino ad Artaud che però non riuscì a canalizzare il tutto verso la centralità dell'essenza femminile, ossia nel profumo, nell'odore e nella presenza. Avere a che fare con queste ENTITA' incarnate in uomini assolutamente eccezzionali è molto complesso, si tende a centralizzare il tutto verso "ICONA" ossia oltrepassare l'umanità e tutto ciò che ne concerne per entrare esclusivamente nel valore ARTISTICO, semantico. Bene era sopratutto un uomo fragile che non giocava con le persone, anzi, avrebbe tanto voluto un amico paziente che lo potesse aiutare e allo stesso tempo schiaffeggiare.

TRincia-Senna

antonio ha detto...

Una domanda: se questo discorso non l'avesse fatto Carmelo Bene, bensì Pinco Pallino, cosa ne pensereste?

Gisy ha detto...

@ Trincia - Bene è senz'altro tra i più grandi che abbiamo avuto nella storia d'Italia come artista (poi come intellettuale) inversamente a Pasolini che per me vale tantissimo come intellettuale, un pò meno come artista, ma è un mio giudizio )- la cosa che più mi viene spontanea è rendere onore a questo suo magnetismo innato, che vuoi o non vuoi, stronzo non stronzo ce l'aveva, ce l'ha. Era "un classico" da vivo, ora anche di più.
A leggere quel libri di Carmelo Bene, fatto da Giancarlo Dotto, esce la sua fragilità estrema accompagnata dal quel "cinismo" estremo, che è poi una visione iper-reale e lucidissima secondo me. Rende l'idea del genio eccezionalmente consapevole che era, che però in quanto Dio sulla terra reale stona, prima di tutto a se stesso.

@Antonio - No si può non considerare la storia che c'è dietro una frase, un detto, una parola. C'è tutto un percorso che fa sì, che anche una cosa "stupida" abbia spessore - come una cosa impegnata detta da altre bocche sia slavatività...

Anonimo ha detto...

Pound: "Ho conosciuto tanti uomini che parlavano di idee, ma mai nessuno che fosse un'idea pura".

Ecco ogni volta che sento parlare di Carmelo Bene mi viene in mente questa frase di E. Pound ...così come l'idea pura, in questo caso, è prima di tutto quella della libertà: non ci sono le catene del sociale né i fili del potere, non il pregiudizio né l'ignoranza, non la piccineria né la meschinità degli uomini, se agli uomini, in ultima analisi, tutto va ricondotto.

Dovrò cercare questo libro che consigli, ma ancor prima il tempo per gustarmelo.

Alle prossime chiacchierate notturne.

Santi.

Anonimo ha detto...

Un tale diceva: "Il destino è nell'anatomia!"

Citaz:
X: "Le donne vengono a letto con te solo perchè hai scritto un libro?"
Y: "Le donne vengono a letto con te anche se scrivi un brutto libro..."

Vale l'inverso? Non penso proprio :D

BP

Gisy ha detto...

BP - non mi è molto chiaro cosa sarebbe l'inverso...se l'inverso è riferito al genere maschile.
Gli uomini tirano su buona parte del tutto, libro non libro, bello non bello. - l'importante è che non sei Emma Bonino magari. :)


Un tempo faceva più effetto che si era scritto un libro

Bernardo Provenzano ha detto...

Per l'inverso intendevo proprio quello...questione di non essere Emma Bonino :D

Ho letto ora delle tue avventure e della glicemia dei bacarozzi, sai che sei molto simaptica? Ho sorriso più di una volta, e ti capisco, non c'è nulla di più irritante di qualcuno che disturba il tuo sonno.

Gisy ha detto...

Eh finché non misi conosce, posso essere anche simpatica :)