E’ vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e secondo ogni modalità, dei contenuti di questo blog, senza l’autorizzazione preventiva dell’autore.
Tutte le interviste, gli articoli, e le pubblicazioni artistiche realizzate da Gisela Scerman sono protette dal diritto esclusivo d’autore, e il loro utilizzo è consentito solo citando la fonte e l'autore e/o chiedendo il permesso preventivo dello stesso.

Creative Commons License



News e appuntamenti


x




IN LIBRERIA

20 luglio 2007

Pignagnolando


Ogni tanto ci vuole un opera di Pignagnoli da ricordare...


Opera n. 131


I figli dei notai che diventano notai, degli attori che diventano attori, dei musicisti che diventano musicisti, dei giornalisti che diventano giornalisti, degli industriali che diventano industriali, dei dottori che diventano dottori, degli architetti che diventano architetti, degli avvocati che diventano avvocati, degli ingegneri che diventano ingegneri. Ma andatevela a prendere nel culo.


12 commenti:

shulypoo ha detto...

E i figli di mignotta le orme materne le seguono mai?

S.B. ha detto...

Mi è venuto in mente anche a me :-)

Gisy ha detto...

Quelli in genere quasi sempre, e ahimé son di tutte le categorie...

Morgan ha detto...

E i figli dei preti?

isidax ha detto...

i figli degli operai saranno operai, i figli dei dottori saranno dottori. (citando la celeberrima "contessa" di Pietrangeli: " anche l'operaio vuole il figlio dottore. Pensi che ambiente ne può venir fuori non c'è più decoro, contessa."

Gisy ha detto...

@ Morgan - Eh quelli son figli di se stessi, come spesso sono i figli di puttana...

@ Isi - bentornato - diciamo che in genere i figli dei genitori "alto strato" seguono le impronte in maniera imposta o o meno per non ia cambiare "status" - per quelli "più bassi" ogni modello tende verso un ipotetico "alto" appunto ipoteticamente "migliore"...che sia un bene - mah.

Anonimo ha detto...

e i figli dei luoghi comuni, come quelli di cui discutete?

Gisy ha detto...

E i figli degli anonimi che si permettono da anonimi probabilmnete anche nella vita di dare sentenze perché sono anomini?

I luoghi comuni - a volte hanno il loro peso. Certi luoghi comuni se ci sono, si vede che hanno una qualche ragione di esistere come quelli - alla pari - dei non comuni - per qualcuno che si permette di dargli tanta importanza.

Eliselle ha detto...

MAUHAUHUHAUHAUHAUHAUHAU che uomo saggio Il Pignagnoli :D

Nevio ha detto...

Ah! Ah!
Mitico!
:-)

[nm]

Gisy ha detto...

Diciamo che in Italia soprattutto va così... ;)

scrittiapocrifi ha detto...

C'è un nuovo blog. Magari ti piace, magari no. Cam tu sii.