E’ vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e secondo ogni modalità, dei contenuti di questo blog, senza l’autorizzazione preventiva dell’autore.
Tutte le interviste, gli articoli, e le pubblicazioni artistiche realizzate da Gisela Scerman sono protette dal diritto esclusivo d’autore, e il loro utilizzo è consentito solo citando la fonte e l'autore e/o chiedendo il permesso preventivo dello stesso.

Creative Commons License



News e appuntamenti


x




IN LIBRERIA

29 marzo 2007

Ma quale Alice e compagnia


Mi sto riferendo al servizio Alice che in teoria molti italiani usano per l'Adsl...

A parte le tante prese in giro continue, continuano a peggiorare i servizi Telecom - Alice...
Chi usa Alice sa che in teoria potrebbe inviare dal computer 10 messaggi gratis a giorno.
Fino l'anno scorso a parte qualche frequente disservizio di rete era abbastanza semplice, poi hanno aggiunto che oltre ad inserire il destinatario e il messaggio e dare l'ok, si devono digitare dei caratteri alfanumerici distorti per aver la certezza che non ci siano accessi spam - caratteri talmente malfatti che spesso altro che spam - nemmeno un essere umano ingegnoso riesce a riconoscerli...e quindi perdi tempo fai e rifai...
Da poco novità...rifatta grafica, pure più complicata da arrivarci - oltre ad inserire il messaggio compare in ogni caso sul cellulare del destinatario - il numero di casa dell'abbonato che usufruisce del servizio - Va bene, può essere un metodo per sgominare messaggi anonimi - ma non mi pare del tutto giusto, uno potrebbe voler rimanere in anonimati per fatti propri senza essere maniacale o chissà ché – ma non è finita anche perché la furbizia in questo modo è che se il ricevente del messaggio risponde al corrispondente messaggio sul numero di computer... Driiiiin suona il telefono di casa che chiede di far ascoltare il messaggio che viene trasformato in lingua robotica semi incomprensibile a pagamento naturalmente...
Poi dal nuovo sistema di Alice non si può inviare più di un messaggio per volta, prima erano tre...in più sempre ogni volta facendo la trafila di inserire i caratteri alfanumerici e spesso sperare che il servizio sia attivo...
Ovvio che tutto ciò non è stato creato solamente per una maggior sicurezza, ma per disincentivare i 10 messaggi gratuiti a giorno, che loro lo sanno che il tempo è denaro anche per gli altri, allora più ci si mette, più ti passa la voglia - in fin dei conti 15 centesimi valgano meno di 5 minuti per un messaggio...mi pare questo il senso...
E gli operatori telecom (e pure gli altri): per una questione statistica impossibile beccare lo stesso - poi altra trafila musichetta tananaà che ti smarona - tutti che ti dicono cose diverse, nessuno sa nulla di preciso; tizio ti passa a caio etc etc, ma un risponsabile non c'è mai...Non si può...rabbia.

Altra scoperta già che ci siamo - per chi utilizza Vodafone - attenzione che vengono a volte accreditati dei servizi non richiesti alcuni a pagamento, verificare la propria scheda su http://www.190.it/ i chiamando il 190 (che se sei cliente vodafone one- ovvero spendi un botto hai l’operatore vivo, se no altra trafila robotica 1-5-6-4 riagganci... comunque poi ho scoperto che vodafone Revolution la tariffa che paghi 30 centesimi di scatto alla risposta e poi gratis (e naturalmente 30 euro d’un colpo al mese...) valgono solo per la prima mezzora quei 30 centesimi…altro che parli gratis quanto vuoi poi torna la tariffa normale...quando mai è stato detto...un anno che ce l'ho - imparato ieri e così i miei amici...
Se avete altre segnalazioni dite che ci faccio un articolo...

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Un saluto ai tuoi amici emiliani (gli scoreggioni).

Gisy ha detto...

Salutali di persona, apprezzeranno...

cri ha detto...

per l'amico anonimo...

"Sin da quando il Mondo aveva
sol viventi Adamo ed Eva
era in voga in tutti quanti
di coprirsi sul davanti.
Ma nessuno pensò - strano -
di coprirsi il deretano!


Le scurregge più discrete
conturbavano la quiete
ed allora i dolci suoni
non urtavano i calzoni.
La scurreggia di gran gloria
si è coperta nella Storia!

Scurreggiò il gran Patriarca
- col suo zoo - dentro all'Arca!
Gli Ateniesi e gli Spartani
le facean sublimi, immani!
Noncurante e pien di noia
le fece Achille dinanzi a Troia.

Dio Nettuno col tridente
le facea a suon stridente
e Giunon formosa e bella
le faceva a squacquarella.
In Egitto i faraoni
le facevan da padroni.

Poi si dice che Mosè
le facesse come potè
e quel porco di Pilato
le facesse a perdifiato.
In oriente Costantino
le faceva pian pianino.

Scurreggiavano i pagani
scurreggiavano i cristiani.
E la bella Messalina
le facea tutte in sordina.
Scurreggiava Roma intera
dal mattino sino alla sera.

Anche il sesso femminile
scurreggiava in grande stile
e non eran certo poche...
domandatelo alle oche!
Si racconta che Tiberio
scurreggiasse serio serio,


che Caligola il tiranno
le facesse tutto l'anno
e più d'una ogni mattina
ne facesse Catilina.
Scurreggiava pur Nerone
Mario, Silla e Cicerone.

Senza sforzo le vestali
ti spengevano i fanali.
Quelle poi dei Pretoriani
ti smerdavano le mani
e con schiaffo sulla trippa
le facea Menenio Agrippa.

Odoacre il Dittatore
Carlo Magno Imperatore
e Federigo Barbarossa
le facevan con la mossa.
Quelle poi dei Feudatari,
un bottino senza uguali!

Scurreggiò pure Colombo
col suo culo intorno al mondo
la sua ciurma in alto mare
non poteva ognor crepare
e su quelle caravelle
le faceva a crepapelle.

In Firenze Pier Capponi
si smerdava i mutandoni.
Padre Dante il Ghibellino
imitava il violino,
e a Beatrice - par cosa strana -
gli si alzava la sottana!

Scureggiò Napoleone
anche al rombo del cannone.
"La battaglia non si perda!"
e Chambronne rispose: "Merda!"
e la cosa è più sicura
se c'è di mezzo la paura!

C'era il celebre Manzoni
le faceva come tuoni!
Mentre invece il Machiavelli
sradicava gli alberelli,
ed a colpi di pennello
le faceva Raffaello!

Di Archimede dir si suole
che oscurasse pure il sole.
Ed il grande Galilei
le facea a sei a sei!
Quelle poi del gran Leopardi
puzzolenti, Dio ci guardi!

Pio Nono, in Vaticano
otturava con la mano
il suo culo scurreggiante
poi annusava, inebriante!
Il Prussiano Cecco Beppe
le faceva secche secche.

Menelicche e Taitù
le facean nei Tukul
e per decoro e per onore
per nascondere il rumore
- Può sembrar cosa da pazzi -
sbatacchiavano li sassi!

Re Vittorio detto "Pipino"
le faceva con l'inchino!
Il gran Duce del Fascismo
le faceva con sadismo
e per farsi ben guardare...
stavan molti ad annusare.

In Germania, col Nazismo
una legge sul razzismo
proibiva ai Semiti
scurreggiare tutti uniti
pèna - pensa - addirittura
la prigione e la tortura!

Scurreggiando senza eguale
per la pace alfin mondiale:
Anglo, Russi, Americani,
coi Francesi e gli Australiani
sterminarono il terrore
pien di lutti e disonore!

Ora che c'è democrazia
puoi sentire per la via
scurreggiar liberamente
con sollievo della gente!
Son tornati quei bei tempi
lo dimostro con gli esempi:

nell'America del Nord
si scurreggia sù le Ford!
Nell'America Latina
furoreggia l'Argentina
per scurregge e per rivolte
che si fanno a briglie sciolte!

Nella Russia Comunista
le scurregge assai più in vista
roboanti, ultrafetenti
a sentire quelle genti
le fa solo Malenkov
Bulganin e infin Kruscev!

Nella Cina Popolare
scurreggiar non fa mai male
per le strade di Pechino
l'operaio e il mandarino
con la grazia e col sorriso
fan scurregge miste e riso.

Nella Spagna del Caudillo
si scurreggia a spruzzo, a sgrillo.
Ad ogni scurreggia - par cosa strana -
la gente grida: "Arriba Espana"!
e sembra cosa assai pulita
nettarsi il culo con le dita!.

Nella terra d'Elisabetta
si scurreggia piano e in fretta.
Ma la Regina - dentro al palazzo -
parla col culo, con grande schiamazzo.
Dalle sue chiappe - come da un disco -
esce un richiamo: "fffilippo" fffilippo!".

Anche in Italia, gran bella Nazione,
per le scurregge non c'è discrezione!
Scurreggiano tutti: villani, cafoni,
preti, soldati, conti, baroni;
a questi fan seguito il sesso in gonnella
dalla vecchia matrona, alla dolce donzella.


Si scurreggia al Viminale!
Si scurreggia al Quirinale!
Si scurreggia in Tribunale!
Si scurreggia all'Ospedale!
Si scurreggia sopravento!
Si scurreggia sottovento!
Si scurreggia per spavento!
Si scurreggia nel Convento!
Si scurreggia in Farmacia!
Si scurreggia in Filovia!
Si scurreggia in Galleria!
Si scurreggia in Sacrestia!
Si scurreggia alla Stazione!
Si scurreggia alla lezione!
Si scurreggia stando al fresco!
Si scurreggia assisi al desco!
Si scurreggia nelle Sale!
Si scurreggia al monte, al mare!
Si scurreggia negli asili!
Si scurreggia nei cortili!
Si scurreggia senza fine
nei Teatri e anche al Cine!
Qualche volta - per diletto -
si scurreggia al gabinetto!.

Dopo quanto è stato detto
non si può chiamar difetto,
se Voi pure qualche volta
le facciate a briglia sciolta.
Quindi è ovvio ed è un diritto,
che scurreggi il: "Sottoscritto!"

(Leopoldo Cambi, 23-luglio-1957)

Gisy ha detto...

Fantastica Cri, ma dove l'hai trovata!

Anonimo ha detto...

sconosciuti con capelli al vento.attendono,si abbracciano,tra cielo e terra

Lanza ha detto...

This is great info to know.