E’ vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e secondo ogni modalità, dei contenuti di questo blog, senza l’autorizzazione preventiva dell’autore.
Tutte le interviste, gli articoli, e le pubblicazioni artistiche realizzate da Gisela Scerman sono protette dal diritto esclusivo d’autore, e il loro utilizzo è consentito solo citando la fonte e l'autore e/o chiedendo il permesso preventivo dello stesso.

Creative Commons License



News e appuntamenti


x




IN LIBRERIA

05 marzo 2009

Identità lavorativa


Uno l'altro giorno mi fa:


"Io non ho mai capito di preciso cosa fai di mestiere"



-"nemmeno io"
- gli ho risposto

e' poi importante?

7 commenti:

SerialLicker ha detto...

assolutamente no
non ti fanno ridere le cronache dei giornali, quando usano la professione come sinonimo del personaggio, anche in frasi in cui non ha nulla a che fare?
tipo: il muratore ha perso il controllo del motorino ed è caduto nella scarpata...

l'identità è altro. anche rispetto alla carta d'identità, se posso

Anonimo ha detto...

no, non è importante.
si fa qualcosa per vivere...

il mestiere di vivere
(cesare pavese)

paolo
barbar

Gisy ha detto...

Uff è che oggi sembra davvero che la tua identità dipenda più dal tuo lavoro che dalla tua persona...

Jean du Yacht ha detto...

Sono perfettamente d'accordo, domanda non-sense.

però riprendendo SerialLicker, se a finire nella scarpata anzichè un muratore fosse stato un calzolaio... oppure un lattaio a finire in un burrone...
certamente che se il muratore finiva contro un muro...

Anonimo ha detto...

Vero, nei media la professione diviene spesso sinonimo del personaggio anche se non c'entra niente. In effetti, trovo assurdo che si debba mettere nella carta d'identità. In altri Stati europei non è così...
LUCA

Gisy ha detto...

@ JdY - Eh beh ti ci voleva...però la statistica spesso non fa rima, anzi associazione. E quando la fa. Che presa per il culo spesso ! C'è poco da ridere..!

@ Luca - beh, uno dovrebbe poter mettere quello che si sente di essere. Piero Ciampi aveva scritto poeta. per sua volontà. Ma certo oggi a maggior ragione, con tutti gli esaltati che ci sono sarebbero davvero tutti che non potrebbero mai essere.
Meglio mettere nulla.

Pietro ha detto...

concordo, a questo punto, per non essere ipocriti, dovrebbero mettere, muratore, e poi il reddito...