E’ vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e secondo ogni modalità, dei contenuti di questo blog, senza l’autorizzazione preventiva dell’autore.
Tutte le interviste, gli articoli, e le pubblicazioni artistiche realizzate da Gisela Scerman sono protette dal diritto esclusivo d’autore, e il loro utilizzo è consentito solo citando la fonte e l'autore e/o chiedendo il permesso preventivo dello stesso.

Creative Commons License



News e appuntamenti


x




IN LIBRERIA

06 maggio 2008

a proposito di sé


Gadda scriveva "L'io è il più miserabile dei pronomi" - chissà cosa direbbe oggi a vedere quelle persone che parlano di sé in terza persona.
Oh, ed è pieno.

2 commenti:

antonio ha detto...

Anche chi usa la prima persona plurale, per la serie "armiamoCI e partiTE".

In giappone le ragazze usano la terza persona singolare. Chissà perché.

melissapanarello ha detto...

ciao gisina,

non c'entra niente col post, ma mi hanno incastrata e ti lancio la palla:

http://melissapanarello.wordpress.com/2008/05/07/reazione-a-catena/