E’ vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e secondo ogni modalità, dei contenuti di questo blog, senza l’autorizzazione preventiva dell’autore.
Tutte le interviste, gli articoli, e le pubblicazioni artistiche realizzate da Gisela Scerman sono protette dal diritto esclusivo d’autore, e il loro utilizzo è consentito solo citando la fonte e l'autore e/o chiedendo il permesso preventivo dello stesso.

Creative Commons License



News e appuntamenti


x




IN LIBRERIA

27 maggio 2008

Parole in ritirata

Il senso surreale del vero credo sia quello che fa dell'arte la vera arte. Poi se vogliamo lavorarla, va bene, anche sì. Ma le cose così vere da sembrare irreali, quante volte ci sarà mai capitato in vita?
A volte bazzico in diverso forum, compresi quelli che recensiscono escort, e la mia opinione, è che quella fatta dagli utenti a caso, con qualche accorgimento nemmeno troppo spinto, potrebbe benissimo essere "della letteratura" , più di quella presunta artefatta che sta scritta appositamente con l'idea di eccitare o che ne so, per borghesi iliberali -

Il senso di realtà incide, sulla percezione, ma anche la letteratura stessa come fa a non nutrirsi di percezione da dare e da prendere? Beati i vecchi squalo, ve li ricordate? In ogni caso questa cosa dei forum puttaniferi ne riparlerò più avanti.

A proposito di realtà volevo segnalare un sito che mi ha fatto sorridere,

Parole in ritirata si chiama, dove sì è deciso i fare una raccolta di tutte le frasi scritte nei luoghi più svariati, spesso cessi pubblici, panchine e tutto mondo è mondo ecc, quindi costruito dagli utenti che visitano. e in base a quello che va scrivono, luogo, data, posizione. Era stata fatta un'edizione da stampa alternativa nel 1993 a 1.000 lire.

alcune son carine, altre è bene che rimangano sui cessi, cmq tutto materiale, e qualcosa riporto qui sotto...

....................................................................................................................

dove: Roma
da dove la scritta: bagno università di Roma "La Sapienza"
Comments:


Figlio di mignotta cerca mignotta per prolificare la specie


dove: Cosenza
da dove la scritta: unical bagno dell'aula C di Chimica
Comments:


1997: nessun caso di AIDS a Catanzaro; Anche i virus hanno una DIGNITÁ


dove: Torino
da dove la scritta: Via dei Mille
Comments:

Fuori le acciughe dalle scatole!

dove: Genova
da dove la scritta: Panchina nei giardinetti
Comments:


Chi si addormenta col culo che gli prude si sveglia col dito che gli puzza.

da dove la scritta: Venezia

Comments:


Cazzo in culo non fa figli ma fa male se lo pigli


dove: Roma
da dove la scritta: la mia testa
Comments:

ma come faccio a sapere quando devo cominciare a vivere ????c' e' qualcuno che ti avverte per caso? io non lo conosco


da dove la scritta: Cesso pizzeria " Il gatto" Traversagna.
Comments:

Anna Maria, scusa se ti sono venuto in bocca, ma mi ero addormentato.

da dove la scritta: cessi della stazione centrale di Milano
Comments:

Cerco troia disposta a infilarmi un manubrio nel culo

da dove la scritta: mio vicino di bar
Comments:

Guardare Venezia-Lazio il mercoledì' sera e' come mangiare la marmellata di fragole tutte le mattine

da dove la scritta: istituto tecnico di Savona
Comments:

arrestato un nano che imbrattavai i muri con una bomboletta scrivendo "abbasso la figa"

dove: Mesiano-TN
da dove la scritta: facoltà di ingegneria TN
Comments:

na pisada senza en pet l'è come en violin senza l'archèt

da dove la scritta: mi nonno
Comments:

me diseva mi nonno:" se te sai usar la lingua il bigolo te lo poi metter in tasca

7 commenti:

antonio ha detto...

Interessante quella con origine "la mia testa". Che è successo a Roma, quel dì?

Gisy ha detto...

Eh già, mi sa che sta scritta nella testa di molti quella frase...

puttaniere ha detto...

Rido come una pazza

Anonimo ha detto...

.
ah! le scritte e le raccolte!
di tutto, di più. Naturalmente tante sono molto realistiche e
ci fanno ben sorridere.

Mi viene in mente, anni fa l'intervista ad un signore un pò anzianotto, che da molti anni faceva raccolta di "necrologi",
quelli particolari (secondo lui)
che trovava pubblcati sul giornale
locale.

paolo
barbar

Gisy ha detto...

Eh,ma difatti...non è una cattiva idea, quelli che si trovano più interessanti appunto, se si va su quel sito...bisogna un pò setacciarlo, con il fatto che chiunque può scrivere chiunque..

Anonimo ha detto...

Cara Gisy, mi interessa la tua esplorazione dei forum sulle escort. Anch'io ero un avido lettore di recensioni, soprattutto su un certo sito che adesso non funziona più tanto bene. Sospendo il giudizio sulla loro attendibilità o autenticità, ma in rete sono categorie poco appropriate. Devo dire che poi diverse delle accompagnatrici segnalate le ho anche visitate. Non ho mai pubblicato recensioni, ma se lo facessi sono convinto che ne uscirebbero dei microracconti di vita. Magari ci provo e te li mando per sentire che ne pensi, ma in separata sede, perché in pubblico non mi pare il caso.
Franz

Gisy ha detto...

Franz, è tutto inattendibile, io stesa parlando con alcuni frequentatori dicono le stesse escort non sono come le foto esposte spesso e volentieri. Poi, uno con l'immaginazione può dire fare tante cose, per quello esce qualcosa di ordine anche narrativo ! Ioso che leggere mi quelle recensione mi piace molto più che prendermi in mano un libro recente di xy e sorbirmi il leccamento, per far capire intuire, ecc ecc, lì son sinceri nel loro andare di fantasia, cioè genuini, ecco. Pochi come bukowski o céline riesce a rendere l'idea. E perché secondo te?