E’ vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e secondo ogni modalità, dei contenuti di questo blog, senza l’autorizzazione preventiva dell’autore.
Tutte le interviste, gli articoli, e le pubblicazioni artistiche realizzate da Gisela Scerman sono protette dal diritto esclusivo d’autore, e il loro utilizzo è consentito solo citando la fonte e l'autore e/o chiedendo il permesso preventivo dello stesso.

Creative Commons License



News e appuntamenti


x




IN LIBRERIA

15 aprile 2008

Madamweb il nuovo blog





















Io prima o poi a Madam Web (Anna Ciriani) ci scrivo un bell'articolo (visto che le è proibito rilasciare interviste smaccatamente private sulla sessualità) , perché se lo merita è una donna coraggiosa e onesta.

Fanculo questa ipocrisia di merda che c'è verso la libertà sessuale. Che è la stessa ipocrisia che porta a non denunciare le violenze sessuali di fatto. E però pi tutti a speculare sui troieggiamenti. vabbè ma è un discorso che si dovrebbe già sapere.
E che io continuo a incazzarmi quando danno contro a qualcuno che decide di gestire la propri avita privata in maniera autonoma.

Vi linko il suo blog a me pare dica cose sensate.

Madamweb blog

E qui intervista alle iene...


11 commenti:

Madameweb ha detto...

Ciao Gisy,
ti voglio bene, anche se non ci conosciamo, perché sei una ragazza intelligente, sensibile, anticonformista e onesta.
Queste tue qualità potrebbero farci stringere una sincera amicizia.
Spero di avere modo di conoscerti presto e di poter scrivere sul mio blog di te e di quello che fai.
Un bacio.
Anna Ciriani "Madameweb"

Gisy ha detto...

Grazie Anna,
credo che come spesso accade, sia una questione di empatia, di pelle - anche se a distanza; un po' come può succedere verso autori che magari nemmeno ci sono più.
Quel che ci arriva, oltre il messaggio.

E poi detesto l'ipocrisia che regna sull'argomento sesso, lo stesso motivo per cui naturalmente se ne parla tanto, lo si cerca altrove - e lo si vive direi maluccio in media, soprattutto nella vita privata.

Chissà, grazie a te.

Anonimo ha detto...

Mi è capitato di leggere, e vedere anche una breve apparizione in tv da maurizio costanzo, da parte di anna.

Non credo che nessuno le impedisca di fare, in privato quello che fa.

Chissa' quanti in privato fanno cose che non si conciliano con la loro funzione professioinale pubblica.... appunto si fa, ma non si deve sapere....

Non so se Anna farà causa allo Stato per essere reintegrata nel suo lavoro, o... se preferirà, per maggior tranquilità (visto ormai la notorietà raggiunta), cercarsi un altro lavoro.

Auguri

paolo, barbar

Gisy ha detto...

Dovrebbe essere un suo diritto tornare alle cattedra...
Io credo che molto sia stata enfatizzato e confuso dal fatto avvenuto nelle scuole a Lecce...ma lì era profondamente differente la situazione, era in ambito scolastico.

Logico che in privato si fa...ma non si dice. O non si dice così tanto.


Poi... presente la canzone "Bocca di rosa di De André"?

Anonimo ha detto...

Si certo,

Pubblicamente siamo tutti,come dicono, buoni "padri di famiglia", e se siamo anche ricercatori di "bocca di rosa".....allora non si deve sapere........

paolo, barbar

Gisy ha detto...

Detto questo il video lo hanno già levato - è allucinante, non mi pare si dicesse e si vedesse niente di così scandaloso - c'è ben di peggio...direi
poi siccome ho visto che ieri su you tube c'erano vari attacchi ad esempio - sul fatto che lei risponde di - no - alla domanda mai fatta un'orgia.

preciso così che non ci si sbaglia che la risposta è esatta in quanto lei ha fatto solo gangbang ovvero era l'unica donna in mezzo a (tanti) uomini - l'orgia presuppone un misto di uomini donne, o almeno più di una, poi esistono le gangbang reverse - dove c'é un uomo solo con più donne, ma questo non riguarda glie equivoci del termine..

Ah per chi dice che son queste le cose che fanno andare in malora l'Italia, io dico che dovrebbero censurare la de filippi e tutti i quei format merdosi americani.

ma è pur sempre una mia idea che sia quella la pornografia intesa nel senso dispregiativo.


Pure i vido bondage di Giovanna li hanno levati subito da you tube, e solo perché era lei, perché appunto se ne trovano finché vuoi di altre...
Brutta bestia la gelosia e l'invidia.

Anonimo ha detto...

Non so, sul sito youtube, non ci vado mai.

Poi per questo caso l'unica particolarità è la sua professione di insegnante in scuola pubblica.

E poi il fatto è che l'altr'anno è iniziato il caso dopo la scoperta da parte degli studenti della sua scuola delle sue foto su internet.

Dopo il suo trasferimento ad un altra scuola, lontano e mi pare di aver letto che era una scuola solo per adulti, evidentemente per le autorità scolastiche, il fatto che continui a apparire su internet (anche se contro la sua volotntà) non è più tollerato.

paolo
barbar

Gisy ha detto...

Lo hanno proprio levato da you tube però si può trovare al sito delle iene a questo indirizzo

http://www.video.mediaset.it/video.html?sito=iene&data=2008/04/14&id=4813&categoria=&from=iene

Andrea Venanzoni ha detto...

ho una considerazione abbastanza ambivalente della Porno-Prof; da un lato sono perfettamente d'accordo con te quando lamenti la congenita sessuofobia (ipocrita e castrante) che attanaglia l'Italia, e trovo scandaloso che il Provveditorato agli Studi si sia dovuto interessare del caso in oggetto lamentando "condotta oscena" quando poi invece le scuole hanno problemi decisamente più gravi (infrastrutture fatiscenti, professori assenteisti, bullismo diventato teatro di guerra)...però seguo le attività pornografiche della Ciriani da anni ormai, da quando organizzava mediante la sua newsletter delle gang bang e altri eventi festaioli simili e di recente mi è capitato di leggere il suo forum. Il problema è che lei afferma di non aver mai girato dei film hard lamentando lo "sputtanamento" subito a Berlino come puramente casuale, peccato però che poi si ricevano pubblicità dei suoi video e che si ponga enfasi commerciale sullo scandalo stesso per farne evidente ritorno pubblicitario; ho trovato tante di quelle contraddizioni e una certa larvata ipocrisia (o semplice confusione?) in lei stessa da avermi fatto un pò abbassare la simpatia istintiva che provavo

Gisy ha detto...

Anch'io seguo Anna da anni, me l'aveva fatta conoscere" il mio ex (quello preferito), che ne era, è direi un appassionato - l'ho sempre seguita con attenzione, essendo anch'io (anche se non particolarmente sessuofila), un'amante della pornografia e apprezzavo;
Mi interessa molto (come un pò tutti credo)la sessualità nelle sue forme espressive.

E' vero tutto quello che dici, tant'è che volendo si possono tranquillamente (ancora) scaricare ancora i suoi video amatoriali da e-mule a d esempio, dove le prove inconfutabili ci sono - però l'altra faccia è che il provveditorato agli studi per fastidi loro, si sono messi contro di lei - e lei per difendersi deve naturalmente oscurare tutto quello che può provocarle danno, per lo meno alla facciata pubblica. Poi le mail che manda, va bene, ma fan parte della sua vita privata.

Credo una cosa ci sia da dire, era una possibilità non remota che prima o poi uscisse, visto che certo non si è mai tirata indietro nell'apparire. ma fa parte di un gioco, per come la vedo io che - certo in una società come questa può avere le sue implicazioni.

Purtroppo ne va di mezzo la sua libertà, facendo passare lei da ipocrita, quando è il sistema d esserlo, e la sua risposta non ne è che una conseguenza.
Certo forse qualsiasi altro lavoro sarebbe stato più semplice da gestire, l'idea è che ora kei venga vista in maniera morbosa, se questo accade - (a parte che uan così a me starebbe subito simpatica), è proprio la repressione .
Se il sesso fosse vissuto in maniera naturale, forse non se ne parlerebbe tanto e lo si fa di nascosto come dei ladri. E forse ancora aggiungo, non si andrebbero nemmeno a fare le gang bang - ma poi in fondo in fondo, siamo tutti un pò borghesi, e sai cosa credo, che ci piaccia esserlo.
Se no, non avremo nessuna fantasia (di questo genere).

antonio ha detto...

Io ricordo la storia di Linda Lovelace. L'attrice di gola profonda: l'intera America a stelle e strisce ci si è masturbata, con quel film. E sulla sfortunata attrice, che ha subito angherie da parte dell'allora fidanzato e del produttore prima, durante e dopo le riprese del film, la "onorata società" ha riversato i sensi di colpa seguenti al coito. E gliela hanno fatta pagare. Comitati di protesta per cacciarla dalle sue abitazioni, dai lavori.. e doveva ricominciare tutto da capo. Fino alla fine, per un incidente stradale, il 22 aprile 2002. E per la cronaca, non si chiamava Linda lovelace, ma Linda Susan Boreman.

Un pò questa storia me lo ricorda, anche se non è proprio simile.

E poi, di solito non si sa cosa fa un insegnante nella vita privata. Occhio non vede, cuore non duole. Però, Anna è diventata un personaggio pubblico. Per scelta propria e degli altri. Ora, forse, è qualcosa di diverso da prima. E' con questa dimensione che deve fare i conti.