E’ vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e secondo ogni modalità, dei contenuti di questo blog, senza l’autorizzazione preventiva dell’autore.
Tutte le interviste, gli articoli, e le pubblicazioni artistiche realizzate da Gisela Scerman sono protette dal diritto esclusivo d’autore, e il loro utilizzo è consentito solo citando la fonte e l'autore e/o chiedendo il permesso preventivo dello stesso.

Creative Commons License



News e appuntamenti


x




IN LIBRERIA

27 settembre 2007

Piero eccoti qui...


Troppo tempo che non posto qualcosa su Piero Ciampi. Io voglio dire che c'ho tanto amore per questo autore e davvero, Non l'ho accantonato.

Rileggendo questo brano che è quello che mi ha più fatto di innamorare, beh io ancora oggi dopo 9 anni che l'ho conosciuto mi fa piangere. E' di una delicatezza di una profondità di una verità unica.
Al dolore si è sempre vergini mi vien da dire.

Fanculo a quelli che dicono che Ciampi era uno sfigato. Vorrei vedere loro quello che hanno fatto (e che semmai resterà).

L’incontro

Domani la mia camicia sarà pulita,

le mie pupille bianche,

il mio passo fermo,

i calzoni stirati,

le scarpe lucide,

e la mano non deve tremare

costi quel che costi.

Non ti potrò baciare

Perché anche tra noi due l’attesa è sacra

e la diffidenza necessaria.

Forse comincerò a prenderti la mano,

poi non saprà come continuare,

farò di tutto perché tu non capisca

l’indifferenza che a questo mondo

ci perseguita.

Stanotte allenerò le mie labbra a sorridere.

E dovrò quindi pensare

A lavarmi fino alla morte i denti.

Vorrei piacerti come un tempo

ma la mia pelle stanca

e non posso nascondere il mio volto.

Dovresti essere forte e dirmi,

lasciandomi alla mia vita di sempre,

che ormai per te sono un estraneo

e che ha ragione la gente

quando dice che merito la solitudine.

Ma guarda tu che cosa ti dico:

sarebbe molto meglio per te

che te ne andassi

prima di incontrarmi.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Oggi è il compleanno di Piero, Gisy!!!!!
E' stato quel che è stato ( la testimonianza straziante di Gabriella nel tuo libro è molto esplicativa...).
Ma rimane per me un autentico.
Uno che non ha mai finto.
Che ha fatto pagare ma che ha pagato ( ed in prima persona ) per essere stato quel che è stato.
Un ingenuo.
Un innamorato della Vita.
Piero non scriveva poesie.
Piero era la poesia!
La sua Vita non si è distaccata un solo secondo dalla Poesia.
Quel che scriveva è quel che era.

Ed io gli voglio bene, lui lo sa.
Come sa che gliene vuoi tu.

E allora, tanti, tantissimi auguri di cuore, Piero.
E guardaci un pò le nostre miserie e tienici la mano.


gerardo

Gisy ha detto...

E' vero... Per fortuna che almeno Piero C'è...

antonio ha detto...

I 2 pdf, che ti ho mandato per email, su Ciampi ti sono piaciuti?

Gisy ha detto...

Me li puoi rimandare please, non li trovo più...

Luca Confusione ha detto...

ah ti piace ciampi?
io lo adoro...

Gisy ha detto...

Direi un po' più che mi piace...c'ho scritto un libro su di lui...

:)

antonio ha detto...

pdf mandati...
ti sono arrivati? ho usato una mail di libero...

Gisy ha detto...

MA sai che non mi sono arrivati che strano.

Prova a questo indirizzo

gisy1979@yahoo.it