E’ vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e secondo ogni modalità, dei contenuti di questo blog, senza l’autorizzazione preventiva dell’autore.
Tutte le interviste, gli articoli, e le pubblicazioni artistiche realizzate da Gisela Scerman sono protette dal diritto esclusivo d’autore, e il loro utilizzo è consentito solo citando la fonte e l'autore e/o chiedendo il permesso preventivo dello stesso.

Creative Commons License



News e appuntamenti


x




IN LIBRERIA

26 giugno 2007

Doveri coniugali (ma diamoci un taglio!)


Volevo trattare questo argomento che mi sta abbastanza a cuore.
Quante volte in una coppia uno dei due partner si sente in dovere di fare sesso con l'altra persona per un senso appunto di coppia? Un'idea arcaica i l termine orrendo "dovere coniugale".
Io sento moltissime testimonianze per lo più di donne, che si trovano in questa situazione, anche donne giovani, e secondo me non è una bella cosa.
Una mi dice che visto che deve subire un operazione all'utero, e per un mese deve stare senza rapporti sessuali ha paura che il proprio fidanzato la tradisca così si sente in obbligo nel frattempo di mediare con rapporti anali (che lei non ama particolarmente).
Un'altra
mi dice, che è in depressione e di istinto sessuale non ne ha, però visto che il fidanzato è parecchio scazzato di questa sua mancanza transitoria di libido, allora ci fa sesso ugualmente, anche se poi non è che ci stia bene, però pur di non perderlo lo fa.

Parecchie altre, a "ma se non lo faccio poi mi tradisce". Tanto poi conosco un sacco di uomini che tradiscono e pure rinfacciano alla compagna di non farci sesso assieme. Bene, bene, dico uno tradisce si soddisfa, almeno che non rompa poi. Così una si sente in colpa, quando invece proprio non dovrebbe.

Oh ma cazzo queste son le coppie. Complimenti.

Un'altra di una certa età mi dice che se non va a letto con il marito poi lui se la prende con il figlio sgridandolo e parlandogli male della madre.

Bell'umanità. Davvero.


Insomma nonostante tutto, piuttosto facciamo cose che ci danno fastidio, che non sopportiamo proprio - piuttosto che addentrarci e dirci cosa è giusto e non lo è per fare una scelta definitivamente diversa .
E poi se è così da giovani, uno si chiede come dovrebbe essere nel lungo termine?
Naturalmente nel lungo termine subentrano anche altri tipi di problemi.
Analogamente ci saranno anche vari uomini che hanno cali di desiderio, anche se gli uomini sul sesso s
ono molto più reticenti ad ammettere una situazione per quanto leggermente "anomala" per quanto sia banale.
Poi mi sento dire "ah ma voi donne avete pure la fortuna di poter fingere".
Ecco io una stronzata più grande di questa che è poi un pensiero abbastanza comune mi fa girare le balle, perché se l'uomo non ne ha voglia non gli tira e quindi nulla si sfa, se la donna non ne ha voglia, può fingere, ma poi anche se non finge qualche volta va bene lo stesso, non è che scatta una tagliola tagliacazzo. Insomma io sta cosa, che se la donna non ne ha voglia può lo stesso fare sesso, non mi pare sia un motivo così a favore.
Tante donne se la prendono con i puttanieri, le puttane - che poverette appunto, spesso suppliscono la rottura di scatole che diversamente toccherebbe alla moglie - che però per un senso sociale disdegna queste diversive - beh ecco io non ci trovo nulla di male, che se tra due persone cala l'attrazione fisica, e si ostinano a stare assieme - anziché rompere le balle uno all'altro - uno dei due decida per smaltire bisogni fisiologici con terzi - perché il sesso è un bisogno psic
ologico e fisiologico. Ed allo stesso tempo però uno non si deve sentire in obbligo come spessissimo succede di fare sesso anche se non se ne ha voglia con il partner. Sicuramente per come è impostata la societa' e la cultura e in parte naturalmente l'istinto - non è facile accettare un compromesso simile, ma tanto lo sappiamo, da una parte la stabilità la vogliamo (quasi) tutti, ma spesso poi la stabilità non basta come supplenza della vita.

Se avete esperienze da raccontare sul tema -scrivete anche in anonimo che mi interessa...

g

28 commenti:

sposato ha detto...

Io sono convinto che l'unica maniera di salvare capra e cavoli nel caso in cui la moglie perda l'interessa sessuale sia il tradimento, dal momento che:
1) la costrizione sarebbe una forzatura sbagliata nei rigurdi della donna;
2) l'astinenza sarebbe una forzatura sbagliata nei riguardi dell'uomo.
Certo che se il buon Dio quella volta avesse meglio equilibrato gli ormoni....

Anonimo ha detto...

parlando con molti ,tutti la pensano cosi;
con la moglie il sesso diventa sempre piu' raro, si passa da 2 volte la settimana poi a una poi una volta al mese.motivo..noi uomini siamo comlicati , ma le donne sono drammaticamente complesse ,nella loro mente vogliono fare la la moglie ,ma prevale una forma mazochista.
pensare alla casa in modo maniacale
,a fare le mamme oppressive,pianificare tutto anche le cose innutili.
non hanno piu' tempo per liberare la mente.cosa accade....a cel sereno arriva un'avventura ,menre prima era solo casa e famiglia ,si scatena la libido ,cose mai fatte nel menage famig. questo vale anche per l'uomo .importante nervi saldi
farlo da furbi e ragionare .
se si comincia a parlare di separazioni ,diventa un caos,alla fine per concludere dopo non si scopa ne' con la moglie ne' con l'amante.
voglio ricordare alle donne che vorebbero il principe azzurro con il cavallo bianco che...il cavallo fara'anche tanta cacca.
se si tradisce ragionare con la patner, chiarire i sentimenti e non raccontare balle, se gli piace fare sesso con te ,avrai un lungo periodo d'incontri mozziafiato
anche se saranno occasionali in posti insoliti.
opinione d'un uomo
anonimo...

isidax ha detto...

c'è PV64 che giusto ieri ha fatto una vignetta sul tema, perchè non passi a fargli visita?
io mi astengo da qualsiasi commento, però io sono attivissimo al mattino mia moglie di sera, e che possiamo farci?

isidax ha detto...

http://www.unavignetta.splinder.com/

andrea ha detto...

Io voglio dire ad anonimo che il cavallo bianco non esiste. Il cavallo con peli & crini bianchi, tutta la pelle rosa si dice che ha mantello albino. Basta che abbia una sola macchia scura sulla pelle ed il mantello diventa grigio.

Andrea

Shulypoo ha detto...

Beh anonimo, se una certa quantità di uomini non desse per scontato che sia la loro moglie/compagna a dover pensare a mansioni squisitamente casalinghe, forse le interessate sarebbero meno nevrotizzate/ossessive/stanche e più disponibili a fare sesso... Per quanto agli uomini certe nostre proccupazioni sembrino astruse o inutili, esistono lo stesso e un po' di sana collaborazione ristabilisce gli equilibri, oltre a far sentire la signora/ina in questione più amata e compresa.
Questo senza nemmeno citare il fatto che certi esemplari di maschio ritengono certe cure e premure un privilegio del corteggiamento e, a donna acchiappata, talvolta si lasciano andare in modi che alla donna risultano molto poco arrapanti. E certi dettaglietti mentali a una donna la libido la ammazzano.

Anonimo ha detto...

ris.shulypoo
io collaboro tutti i giorni alle facc. domestiche cucino piatti elaborati, per rompre la solita monotonia del sedersi a tavola e senza vergogna lavo piatti riordino la cucina ecc.
il fatto che mi fa un incazz..sono tutte quelle complicazioni inutili
stirare va bene ,ma non si puo' stirare tutto ,calzini mutande ecc..
tutti quegli oggetti sparsi per casa che sono solo da spolverare.
ho un servizio di bicchieri di cristallo costosissimo"mai usato"
serv.piatti idem sono solo da spolverare
capisco che alla sera la moglie stanca non abbia certe voglie.
pero' quando capita un'avventura si scatena lo fa dove capita e con super prestazioni
per conludere sia il marito che la moglie dovrebbero uscire dal solito schema.
quante volte avrai visto auto con coppitta che sono imboscate ,spesso hanno una certa eta',e ti assicuro che ne vale la pena.
a dimenticavo se il marito arriva a casa con un mazzo di rose ,cosa dice la moglie....quanto le hai pagare ?? i regali non sono a sorpresa ma solo su richiesta
queste opinioni sulle donne mi inducano ad amarle ugualmente
saluti

Gisy ha detto...

@ Sposato - bisogna per forza salvare capra e cavoli? Forse sì - se una storia è avanti col tempo, ma ad esempio, se si è ancora giovani ha senso già ricorrere ad alternative?
A volte il tradimento - credo non sia solo un bisogno fisiologico...

@ Anonimo - in genere le donne, soprattutto dopo aver avuto figli si concentrano molto di più su quel tipo d'amore che sulla passione.

Naturalmente una gran passione a lunghissimo termine faccio fatica a pensarla, e anche non per me, ma da esperienze raccontate. diventa quasi inevitabile pensare anche ad altre possibilità ad un certo punto, se non proprio metterle in atto pensarle.

Però se si decide per la famiglia è chiaro che ci sono tutti i pro e i contro, e naturalmente qualcuno ci deve pensare alla facciata famiglia; spesso "tocca" alla donna che mi pare abbia più sensi di colpa degli uomini. Dannato cristianesimo.

Certo diventa faticoso ad uncertopunto stare dietro alle passioni di chi ci sta accanto soprattutto se gli entusiasmi son sfasati, ed è proprio nella proiezione di una possibiità differnte che spesso troviamo "l'amore" parallelo che non è certo solo sesso il più delle volte, ma ci guardiamo bene dal fare scelte definitive il più delle volte.

L'importante sarebbe non far soffrire,cosa ardua spesso e volentieri,perché spesso poi non ci si limita d un tradimento con sconosciuti...

@ Isi...la vignetta te la frego eh, cosa credi?
Beh ti dico, sta cosa ce gli uomini che si svegliano "sempre" col cazzo dur oe allora vogliono tampinare perché è già lì; scusa eh ., è una rottura di balle, poi appena svegli a me è comese mi rimanesse siullo stomaco la colazione...anch'io preferisco la sera, toh il pomeriggio ben che vada.

@ Shulypoo -Concordo...purtroppo anche qui è un problema di cultura instillata, dove sembra che la donna debba avere certi ruoli e anche lei se ne fa carico, cose che magari gli uomini non ci pensano nemmeno, o raramente, o in maniera più superficiale, e viceversa...qui non è istinto è cultura che continua a non essere moderna per nulla.

S.B. ha detto...

Quando il desiderio sessuale cala è un casino... io credo che anche se ci sono sempre alti e bassi non si debba arrivare al punto in cui uno simula o fa qualcosa per accontentare l'altro. La mia opinione è però che coppie che hanno un'attività sessuale limitata (1/4 volte al mese) si vogliano bene, possano stimarsi ma non dovrebbero stare insieme. Essere in due è anche voglia dell'altro, della sua presenza mentale e fisica. :-)
E poi il sesso è una cosa così bella !! :-)

isidax ha detto...

e Gisi lo hai detto a PV64? (mia moglie non mi dice mai di no, mattina pomeriggio notte va sempre bene basta "fare")

Anonimo ha detto...

per dare uno scossone alla monotonia perche no leggere un buon libro come quello di gisy ,senza eccedere nella trasgessione,ma parlarne anche con metafore fare capire che....la fantasia non ha limiti.
in un tradimento prevale anche un po la trasgressione si fanno cosine mai fatte e perche no mentre si fa sesso
parlare e dire anche le senzazioni che si stanno provando,a volte chiedo
cosa vorrebbe e' imbarazzanre ma e' molto intrigante e vedo che funziona
si accettano consigli saluti

maguardaunpò ha detto...

quando due si amano, trombano, non ci sono storie, di più di meno, ma trombano, e questo non è solo questione di frequenza, ma di intensità.
quando due non trombano, è meglio si salutino o vadano a prendere un the, e magari si raccontino come la nonna fraceva lo spezzatino. Bella amicizia, ma non amore. Oh, poi posso sbagliare, ma mi pare che stare insieme sessualmente, e con desiderio, sia la cosa che unisce.

maguardaunpò ha detto...

poi, dimenticavo, si può anche parlare di massimi sistemi, aggiustare il tiro su Calvino e le neo avanguardie, ma non è amore.
Amarsi è sesso, e quello vero.
Il resto sono leggende metropolitane.
E a volte fanno molto comodo... Sia a uomini che a donne.

uomo58enne ha detto...

Mia cara gisy, l’argomento è di quelli che da lavoro a molte categorie professionali:sessuologhi,
psicologi,avvocati,magistrati,preti, e scrittori. Molto è stato scritto e molto ci sarà sempre da
scrivere. Io ho 58 anni. Oggi sono stato da una “professionista del sesso” una oretta di buon sesso.
Oggi sul giornale letto la solita statistica Istat: dal 1995 al 2005 separazioni e divorzi aumentati
del 50%. Cinema,televisione,letteratura, tra amici, ovunque l’argomento è trattato.
Io sono stato anche sposato, e mia moglie dopo la nascita di nostro figlio, come alle volte capita,
ha avuto il calo, poi assenza di voglia di sesso. Ogni coppia ha un suo modo di vivere qualsiasi
situazione, e già dagli esempi che leggo qui si vede. Io ricordo (stiamo parlando di 25 anni fa)
che rimasi sempre amorevolmente accanto a mia moglie e mio figlio. Come coppia eravamo
esteriormente perfetti, e molto presi ad allevare amorevolmente nostro figlio. Eravamo giovani
e lei per un motivo, e io per “adattamento amorevole” abbiamo praticato l’astinenza dal sesso.
Per quasi 2 anni. Poi avvenne il risveglio da parte di mia moglie, ma non verso di me, ma con
un altro, e se ne andò.
Vedi gisy, come tutte le testimonianze che hai portato ad esempio nel tuo Post. Ognuna è diversa.
Credo che ogni coppia,come ogni singola persona, abbia una reazione diversa su tutte le cose
della vita, e quindi sul sesso, sulla fedeltà ecc.
E quindi tutto è possibile nella vita sessuale di una coppia: per volontà, per senso del dovere,
per avventura, per i figli, per esigenze economiche.
Io per la mia esperienza matrimoniale avevo fatto credo molto per cercare un intesa, anche
dopo il suo tradimento che mi confesso’ subito e per alcuni mesi mi “prego” di capire perché
non le era ben chiaro se voleva veramente andarsene. Io perdonai e cercai di capire. Ma poi
se ne andò. Ora dopo tanti anni posso solo dire che Lei con quel compagno ha avuto altri due
figli, Poi quel suo compagno si innamorò di un'altra, se ne ando via con l’altra con cui ha fatto
un altro figlio.
Io non mi sono più risposato. Quando mia moglie se ne andò, stetti male, molto male, comunque
si sopravvive, capitò quasi subito che una voleva mettersi insieme a me e avere un figlio….Noo
scappai, mi misi a fare lo scapolo di ritorno ( avevo 35 anni) mi abitui a vivere da solo, che
diventai molto esigente con le donne e ovvio quella idonea per conviverci non la trovai (o forse
sono stato molto esigente come scusa per non trovarla)
Non posso dire di essere molto felice, ma appunto come ci sono le coppie che si “adattano”,
io evidentemente mi sono adattato a non vivere in coppia.
E da tre anni non cerco proprio nessuna. A parte le “professioniste”…. sono giovani, carine,
disponibili (previo regalino minimo 150 euro, ma meglio 200) faccio una telefonata, se è libera
la raggiungo nel suo appartamento, ti riceve in abbigliamento adeguato…. mette la musica,
consegno il mio regalo (oggi 200 euro) e Lei mi da il suo regalo…. Amici, contenti.
Ciao gisy, scrivi belle storie mi raccomando.

Ali ha detto...

Anche i miei genitori erano una coppia esteriormente perfetta. Poi mia madre se n’è andata. Mio padre le avrebbe perdonato qualsiasi cosa, ma non è più tornata. Ci sarebbero tante cose da dire, ma arrivo subito al punto: io sono rimasta con lui e ho visto da vicino il baratro in cui era finito, ma soprattutto ho visto grazie a chi è resuscitato, dopo anni. Mi riferisco ad alcune prostitute che ogni notte s’appostano un paio di strade dietro casa nostra. Le ringrazierò sempre! Ora si è affezionato ad una in particolare e si strugge perché è clandestina e potrebbero portargliela via in ogni momento. Forse si sposeranno. Forse avranno un figlio. Forse sono tutte illusioni. Non è nato ieri.

Anonimo ha detto...

prima di sposarsi si deve......
capire con chi ci mette
cosa vogliamo
cosa ci aspettiamo
cosa speriamo
cosa c'illudiamo di a fare ,dobbiamo tirare fuori le palle ,non illuderci ma non guardare cosa fanno gli altri
il marimonio e' quasi una missione ci si deve sopportare e non mandarci a quel paese alla prima discussione
a volte mi chiedo ma che cazz... sto a fare davanti al pc a scrivere penso che pero' mi aiuti a capire che non sono un diverso,siamo piu' o meno sulla stessa barca,importante che non vada mai a fondo.
trovare la moglie di un'altro divertirsi a volonta ,ma porsi anche la domanda ..cosa gli faccio di diverso da suo marito. in un incontro amoroso si mettono in pratica tutta l'immaginazione di cosa si aspetta da te',e perche no se lei ha i migliori orgasmi baciandogliela ,le si concedera e si adoperera' per contocambiare concedendoti tutto e sara gratificata del tuo piacere
e per poi non rovinare
ognuno a casa sua
saluti

uomo58enne ha detto...

Per ali (28.06 03.20)
capisco, ogni persona reagisce alle situazioni che gli capitano nella vita in maniera personale ed
esclusiva. Penso ai tragici casi in cui qualcuno reagisce compiendo massacri, anche sui figli…
terribile!!! L’animo umano è alle volte incomprensibile.
Auguri per tuo padre, è una scelta difficile, ma se lui è convinto, molto convinto, perché no??
Personalmente non mi è mai capitato di innamorarmi di una professionista. Quando conosco una
con cui mi trovo bene sessualmente e poi anche come persona con cui scambiare due parole, ritorno
sempre da lei, finchè non se ne va. Perché torna nel suo paese se straniera (dopo aver fatti i guadagni a cui aspirava) o perché italiana e ogni tanto cambia città, o perché smette definitivamente.
La ragazza di ieri mi ha informato che domenica tornerà in brasile e non sa quando tornerà, se tornerà. La ragazza che frequentavo prima ,dall’anno scorso, aveva smesso di lavorare a marzo 2007 dopo un anno di lavoro, per dedicarsi completamente alla figlia. Io non sono uno che racconta
i miei fatti alle ragazze, preferisco siano loro, se vogliono, raccontare…. , e alcune lo fanno, forse
perché sono anziano…. E infatti quando vado con una nuova, se oltre ad essere sessualmente brava
è una che amichevolmente scambia due parole, io divento suo cliente abituale.

Gisy ha detto...

Allora intanto ringrazio per aver lasciato tante testimonianze.

@- Isi - mi auguro tu ti renda conto di quanto sei fortunato! trovare una donna ben disposta al cproprio compagno in qulunque momento anche dopo tempo, beh mica facile...

@- anonimo 1 - beh certo sapere cosa piace all'altro e far sapere cosa piace a noi, non sarebbe male come premessa, credo non bisognerebbe avere troppi timori detti con i modi discreti, ma passionali in certi contesti...

@-Ma guarda un pò- Nn son mica del tutto d'accordo. Io credo che le seituazioni posono essere talmente variegate che non è detto che per forza una coppia per staere unita debba strombare chissà qunto...magari ci sono coppie in cui l'attrazione non è prioritaria rispetto altri elementi e stanno assieme ugualmente bene.
Ricordo che spesso le storie molto passionali, sono anche le più contorte da portare avanti, perché vistohe il desiderio rimane il metro di paragone proioritario scattano gelosie e dipendenze che non sempre son semplici da gestire.
Amarsi è il sesso vero? Mhhhh non so, cioè ti dà la sensazione diperdere la testa - ma forse l'amore è altro o anche altro.

@Uomo58- Ti ringrazio per la tua complessa storia - vedi io credo che il bisogno di una stabilità, anche apparente - sia nelle persone, l'idea appunto di "farsi una famiglia" con un\ una compagno\a ideale. Naturalmente l'ideale resta ideale il più delle volte,e la necesità di trovare "smosse diverse", non nel senso si andarsele a cercare, ma nel senso di sentire di aver esaurito un emozione con una persona capita. In questos enso non credo solo a persone che tradiscono, ma in una necessità emotiva che suberntra per noia, per ideale, per tante cose.
Io che non ho mai avuto una famiglia nel senso classico, devo dire che mi è mancata almeno inconsciamente, ma meglio crescere "da soli" che con genitori che si tirano dei cancheri, unafamiglia unita in quel modo è molto più lesiva che una mancanza di famiglia.
Come sai io credo non ci sia nulla di male, nell'andare dalla professioniste,

1- nel caso uno sia sposato da tempo - è meglio così che non trovare un'amante dove avrebbe anche delle prtese affettive,ed è facile - più facile che la stessa persona si coinvolga e poi metta in difficoltà il rapporto "stabile" conla moglie. L'importante è non fare soffrire le persone a cui vogliamo bene. Certo uno deve essere un pò corazzato contro i sensi di colpa. Ma è questione di abitudine credo.
2- Nel caso uno non sia sposato, e non abbia voglia di tutte qyelle collateralità "fasle -e borghesi" che sarebbero implicite nel momento in cui vai a letto con una persona, (perché non si capisce perché quando vai a letto con una persona, subito quetsa in genere si senta autorizzata ad avere più diritto su di te) molto meglio esser svincolati e avere delle persone che ti lasciano vivere al di là dell'atto in sè.

Penso infatti che i rapporticon queste donne siano molto onesti, nel senso, io pago per avere un servizio, perché è così. E finito il servizio chi si è visto si è visto, in quest'ottica mi pare chiaro. Naturalmente parlo di professioniste che spero decidano liberamnte.
Ali - Tutti gli auguri possibili. Un mioamico si è sposato con la sorella di una prostituta che ha conosciuto, hanno avuto un bimbo e sono felicissimi!

Anonimo 2 - A volte mi fatenerezza come i giovani siano così pieni di buoni propositi e intenti, molto più (che me) e quelli più grandi.
Perché mettersi in unamissione, quando non ci si può mettere?
Io credo sempre nell'amore di un periodo, che può durare anche anni. Ma ahimè di così eterno, quanto poco se non la sopportazione.

isidax ha detto...

certo che mi rendo conto....

Ali ha detto...

Per –uomo58enne-
E’ proprio vero, ogni persona reagisce a modo suo. Tante storie, coppie, persone diverse. Così diverse e mutevoli che trovare una formula uguale per tutti è impossibile: come dicevi tu, ognuno ha un suo modo di vivere e di rapportarsi alle cose della vita, quindi al sesso, al tradimento, all’amore, alla delusione, ecc.
Insomma, un casino pazzesco!
Ah! Ti ringrazio per gli auguri. E grazie anche a te, Gisy!

Paolo(barbar) ha detto...

Mi viene in mente, quando da giovane una volta frequentavamo i bar, la battuta che era solito fare
un anziano signore verso notte prima di rientrare a casa :
“ e adesso cari miei, appena sono a casa in camera da letto, sveglio la mia signora e le dico:
vecia, oltate che te doparo – (vecchia girati che ti uso) “
Appena usciva dal bar, un altro suo compare faceva il solito commento, “si vai vai, tanto
lei durante il giorno si è già fatta usare da altri……

Quando questi due anziani li vedevi insieme in giro, sembravano due innamorati, sempre a
braccetto, lui sempre gentilissimo, lei sempre amorevolmente accanto.
Sicuramente avevano un loro equilibrio di coppia.

Vivere in coppia appunto. Necessità? Consuetudine? Per il sesso?

Fin da quando siamo adolescenti, e abbiamo le prime pulsazioni, cerchiamo di fare coppia,
quindi è una cosa naturale. E poiché la Natura non è proprio perfetta…. I problemi non
possono non mancare.

Insomma anche la vita in coppia, è come tante cose del mondo, richiede una capacità
credo complicata e semplice : la comprensione reciproca, sapersi guardare negli occhi
e trovare insieme l’aiuto per andare avanti nella vita che ha momenti esaltanti, e molti
bassi, sapendo che la vita può anche essere uno schifo, ma insieme provare a rendere
queste schifo il meglio accettabile possibile.

Difficile? Sembrerebbe di si, comunque dai , tra i milioni di individui che al mondo
vivono in coppia, ci sono quelli che hanno trovato un equilibrio accettabile.

Ah dimenticavo, io, anche qui come tanti, le mie esperienze di vita in coppia sono
fallite. Ci sono i figli. Auguri, ora sono grandi, sposati, speriamo che loro ce la facciano.

Gisy ha detto...

Eh eh, però almeno tra di loro a quanto pare si rispettavano, nonostante "i dietro segreti". Per me questo è importante...più importante che uno fedele che tratta male la propria compagna, o viceversa naturalmente... :)

Anonimo ha detto...

Credo sia difficile avere un'idea chiara a riguardo...anzi è piuttosto complicato ma immagino che una soluzione plausibile,una via di mezzo tra il subire e il negare sia la comunicazione.
Io ho trascorso momenti di forte depressione nie quali il mio corpo era in cima alla lista dei più acerrimi nemici,figuratevi il sesso.
Ho imparato,nel tempo,lentamente,ad esprimere la mia insofferenza verso l'atto sessuale nel momento in cui sentivo di non riuscirci e spesso parlare col mio partner del come e del perchè fisicamente non sentivo desiderio e soprattutto cosa pensavo potesse servire per riaccendere la passione mi ha,anzi ci ha aiutati a far scattare la scintilla...nell'amore le parole non servono ma quasi sempre sono l'inizio del silenzio,l'input per lasciar correre le emozioni,il segreto credo sia essere sinceri con se stessi e con chi condivide con noi una difficoltà.Io mi sono ritrovata anche nei panni di chi chiedeva sesso e non lo riceveva...bhè funziona comunque la disponibilità al dialogo,al confronto e soprattutto a chiedere cosa piace,cosa non piace,dove,come,e tutto ciò che risiede nel sesso...insomma io porto la bandiera della parola come mezzo di aiuto quando il corpo non parla più.
: )

Gisy ha detto...

Cara,
la comunciazione è importantissima. Ildesiderio non è a comando spegni accendi- spesso quando comincia ad ifiltrarsi una dinamica in una coppia è poi fatica farla cambiare, soprattutto se passa molto tempo dall'interruzione della dinamica precedente.
Capitanche alle donen certo di desideare ilpartner che magari sidimostra più refrattario - in genere (dalle mail che mi arrivano) sembra riguardi più gli uomini in genere e dire che hanno molto più pudore delle donne a parlare della sessualità.
La depressione peril desiderio è un deterrente mica da poco e te lo dice una che è perennemente depressa e che entra inconflitto più volte con il fatto "perché non desidero" anche se le risposte in genere le sappiamo.

Parlare è importante se il partner è intelligentee non egoista capirà. ci sono uomini che pensano solo al proprio piacere e nel momento in cui la propria compagan è in questo tipo di difficoltà oltre fare gli scocciati vedono di rimediare inaltri modi. Noi donne in questo sopportiamo molto di più (non solo in questo!)

Anonimo ha detto...

"ci sono uomini che pensano solo al proprio piacere e nel momento in cui la propria compagan è in questo tipo di difficoltà oltre fare gli scocciati vedono di rimediare inaltri modi. Noi donne in questo sopportiamo molto di più (non solo in questo!)"

Mah...forse ho conosciuto uomini fuori dai canoni o semplicemente non sono una donna che sopporta,sono una donna che cerca di capire e di farsi capire,se voglio scopare col mio uomo e non ho risposta cerco di capire perchè...Se poi ,come dici tu,il desiderio viene intaccato da meccanismi malati, evidentemente,se non dipende da un'attrazione finita,devono esserci problemi e abbastanza seri.Io ho convissuto per 4 anni con un ragazzo ed avevo 20 anni,ci sono stati momenti di calma piatta sotto le lenzuola accaduti in fasi piuttosto complesse della nostra vita(senza soldi,senza mangiare...)e poi quando le cose si sono messe bene ci siamo ripresi...dopo un anno non sopportavo che mi sfiorasse,mi sentivo un respingente verso di lui,non mi piaceva più nulla,ho chiuso perchè per me il corpo è fondamentale e se il corpo dell'altro non mi dice nulla...bhè allora è meglio che non ostacoli i miei desideri.Questo solo perchè penso che certe etichette che noi stessi ci attacchiamo o attacchiamo agli altri non servono a capire meglio ma solo a giustificare realtà che non sappiamo affrontare.
Grazie della risposta.

Gisy ha detto...

Ciao cara,
quello che dici è incredibilemnte vero, però è anche vero che a volte si vengono a creare situaizoni complesse, e sensi di colpa verso i propri conviventi.
conosco più di qualche ragazza che si preoccupa di andare a letto con il proprio compagno anche se non ha desiderio, per il semplice fatto che si sente "fuori norma" e per la paura che se lei "non ci sta"lui possa tradirlo con altre...
Certo la libertà di pensiero, è anche la libertà del corpo e non dovremo mai farcela togliere, fa parte della dignità....

BC. Bruno Carioli ha detto...

Grande successo di pubblico e di critica...per questo post.
Ciao.

Gisy ha detto...

A me sembrerebbe tanto facile. Ma no se lo deve guardare in internet cosa fare o non fare con i propri partner...boh?