E’ vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e secondo ogni modalità, dei contenuti di questo blog, senza l’autorizzazione preventiva dell’autore.
Tutte le interviste, gli articoli, e le pubblicazioni artistiche realizzate da Gisela Scerman sono protette dal diritto esclusivo d’autore, e il loro utilizzo è consentito solo citando la fonte e l'autore e/o chiedendo il permesso preventivo dello stesso.

Creative Commons License



News e appuntamenti


x




IN LIBRERIA

26 marzo 2009

I dieci comandamenti ai giorno nostri.


Prima di parlare ancora del nuovo libro che mi avevano detto che da mercoledì era in tutte le librerie - invece ora è sicuramente entro venerdì in tutte le librerie e non c'ho voglia oggi che è giovedì andare a verificare, mi venivano in mente alcuni dei dieci comandamenti al tempo d'oggi.


1. Non avrai altro Dio fuori di me.


beh democratico il tipo, mi sembra uno disponibile.

2. Non nominare il nome di Dio invano.

Non lo si nomina mai invano c'è sempre un buon motivo oggi per tirare un porco.

3. Ricordati di santificare le feste *.

Di questo non c'è pericolo.

4. Onora il padre e la madre.

Averceli !

5. Non uccidere.

Era solo un esperimento per il bene comune - diceva Hitler

6. Non commettere atti impuri.

Beh, perché lo erano?

7. Non rubare.

da quando nelle coop hanno attivato il salvatempo è praticamente impossibile.

8. Non dire falsa testimonianza.

Era solo una reticenza, suvvia. perché non te l'avevo detto?

9. Non desiderare la donna d'altri.

Ecco, su questo punto. Allora il modo più semplice per non desiderare la donna d'altri è
1- spegnere la tv.
2- chiudersi in casa.
3- eliminare tutte le riviste porno e no.
4-non guardare la propria donna.
5-avere la donna degli altri.

altra alternativa

pensare di essere gli altri.

10. Non desiderare la roba d'altri.

di questi tempi, è proprio il comandamento giusto, la televisione ce lo insegna ogni giorno. E poi, con tutti i drogati poveri che ci sono in giro, la roba d'altri è sempre la più verde, anche se è secca.



10 commenti:

alexius ex mortem ha detto...

questo è quanto sia palese.....che i dieci comandamenti sono stati pensati da una mente umana,rispecchiano le leggi di un popolo ,basato sul maschilismo come avveniva e avviene tutt'ora nei popoli del medio oriente,esattamente avveniva la stessa cosa ai tempi di mosè ,come oggi,i dieci comandamenti sono il classico esempio di presunzione umana

Anonimo ha detto...

direi che prima bisognerebbe fare più attenzione al titolo....giorni e non giorno

Nadiolinda ha detto...

ah ah ah

sai che anch'io li ho sempre trovati piuttosto assurdi?

poi uno ci può dare la lettura simbolica e cercarci i significati veri, tipo che 'onora il padre e la madre' vuol dire in realtà 'abbi rispetto per le persone più grandi di te e per l'autorità'.


però, insomma: è tutto molto discutibile.


e comunque, io quando bestemmio seria lo faccio con gli occhi al cielo. o in ginocchio: così vale di più.

Gisy ha detto...

@ex- l'arroganza è sempre stata umana. la natura è arrogante. Se non ci fosse un pò di cuore e cultura di mezzo.

@ Anonimo - accidenti ! Soprattutto al titolo ! SOPRATTUTTO AL TITOLO - S O P R A T T U T T O A L T I T O L O -
vorresti correggermi il post? Magari cerca di farti assumere come correttore di zozze. ops bozze.

@ Nadia - Beh sì certo ! Anch'io sto sempre in ginocchio, ma soprattutto dopo una bestemmia compenso con un amen !

Costanzo ha detto...

Il correttore di pozze, ops, nozze, mmm... tozze; insomma: mozze. Vabè, soffre sevizio gratuito?

Anonimo ha detto...

per il 9.
"pensare di essere gli altri"
si, è cosi, forse...

paolo
barbar

ndr ha detto...

Volevo scrivere una cosa, ma l'ho dimenticata. Mi sono piantato a leggere "Scegli un'identità", qua sotto, per scrivere il commento. Ho lasciato altri commenti qui e altrove, e non so perché solo ora questa cosa mi colpisce. Manca un'alternativa, quella di solito che conclude il pacco di opzioni: Altro. Qui finisce con "Anonimo". Mah.

Sul libro, giorno più giorno meno, va bene. Elliot mi sembra affidabile. Giorni più giorni meno, va bene direi.
Sui comandamenti, beh, sempre stato invidioso della libertà lasciata alle donne. Da noi si dice "Chi tace acconsente", anche se nella versione di Nuti (Francesco, in Madonna che silenzio c'è stasera) diviene "Chi tace sta zitto", ma prendiamo la prima versione "Chi tace acconsente": secondo questa, il fatto che Dio non abbia detto a Mosè "Non desiderare l'uomo d'altre", sta per la sua condiscendenza nei confronti della donna riguardo questo desiderio. La donna, in somma, può desiderare altri uomini (che poi, diciamolo, è il "non commettere atti impuri" che frega, anche se per atto impuro si intende, ovvio, l'atto non volto alla procreazione, quindi se la donna "vuole" procreare, beh...no? Mah) mentre l'uomo no.
E si potrebbe anche dire che, dato che il "Non desiderare la donna d'altri" è quasi una ripetizione del sopracitato sesto, Dio considerasse l'uomo più scemo e più facilmente preda del peccato. Difatti a uomo e donna dice: "Non commettere atti impuri", quindi dice altri due comandamenti generali, poi ci ripensa...e fa "sì, ma l'uomo mica capisce con un solo comandamento, è più idiota della donna, meglio specificare" e così venne fuori il nono.
Certo si può poi pensare che non abbia considerato gli omosessuali...ma potrebbe essersene dimenticato perché, non scordiamolo, mentre lui e Mosè erano impegnati con le tavole, sotto al monte il popolo gozzovigliava e faceva un gran casino. Un attimo di distrazione può ben capitare!

Ok, smetto.
La razione quotidiana d'idiozia è finita. Grazie per l'accoglienza, e in bocca al lupo!

Gisy ha detto...

@ Costanzo - ma a volte è meglio uno sbaglio proprio che una presunta correzione di una altro sulla propria vita o quel che sia - no?

@ Paolo - :)

@ ndr -Giovedì l'ho visto nelle librerie ed è stata una gran felicità, se poi vedo che calano le pile ancora meglio heehhe :)
"Non desiderare l'uomo d'altre" - eh fosse così facile l'interpretazione, credo che proprio non sia sia stata presa in considerazione la donna ahimè. Non è poi molto diverso da oggi su questo in fin dei conti. Comandamenti o no.

Nuova carne ha detto...

Condivido al 100%

Costanzo ha detto...

Non so, Gisy, il tuo commento ha un che di circolarità e di mordelacodicità che me lo fa incomprensibile. Io domandavo se soffriva sevizio gratis perché ho bisogno di un correttore ma non ho soldi per pagarlo! Quel che fa male è sentirsi dire: "prima di parlare allacciati le scarpe!".